Pubblicato il

Liste unitarie per l’Ordine dei commercialisti

Si voterà il 15 e il 16 novembre per il rinnovo del Consiglio. Il presidente sarà Massimo Ferri, sua vice Norberta Pietroni. Accordo preventivo per favorire la partecipazione. Formazione in primo piano. Allo studio un Caf

Si voterà il 15 e il 16 novembre per il rinnovo del Consiglio. Il presidente sarà Massimo Ferri, sua vice Norberta Pietroni. Accordo preventivo per favorire la partecipazione. Formazione in primo piano. Allo studio un Caf

CIVITAVECCHIA – Dottori commercialisti e ragionieri chiamati al rinnovo delle cariche dell’Ordine locale, che estende la propria competenza sulla stessa circoscrizione del Tribunale di Civitavecchia. L’assemblea si svolgerà il 15 e 16 ma in realtà i nomi degli eletti sono già noti: il presidente in pectore, Massimo Ferri, con la futura vice-presidente, espressione dei ragionieri, Norberta Pietroni, hanno infatti ottenuto un importante risultato riuscendo a far presentare due liste unitarie, in cui, a far parte del consiglio dell’Ordine, oltre ai due candidati a presidente e vice, saranno chiamati rispettivamente i primi 4 dottori commercialisti (Alberto Bagarani, Gennaro Coscia, Marco Massaccesi e Cristiano Sforzini) e i primi 3 ragionieri (Paola Parroni, Cesare Bagherini, Enzo Medaìno). Unica lista anche per il collegio dei revisori dei conti (Massimo Rosati, Carlo Romano e Andrea Battella). «La nostra parola d’ordine – spiegano il professor Massimo Ferri e Norberta Pietroni – è partecipazione attiva. Il primo punto del programma si potrà dire raggiunto in funzione di quelle che saranno le presenze in assemblea con l’espressione del voto alle due liste. Dobbiamo far comprendere l’importanza di avere l’Ordine a Civitavecchia, per la rappresentanza della categoria presso la circoscrizione del Tribunale. La nostra intenzione è quella di migliorare l’Ordine sia all’interno, nell’ambito del funzionamento e della comunicazione, per la quale ci avvarremo sempre di più del sito internet, sia all’esterno: nei rapporti con le Agenzie fiscali di riferimento, con il Tribunale, con gli enti locali, con gli enti pubblici e le associazioni imprenditoriali, fino ai singoli cittadini e agli Ordini nostri ‘‘vicini’’, come Roma e Viterbo, cercando di dar vita a corsi e iniziative comuni per dividere i costi. Cercheremo anche di creare un Caf dei Dottori Commercialisti, e di dar vita ad una rubrica ad hoc sulla stampa e in televisione attraverso la quale, in modo trasparente, comunicare con gli associati ma anche e soprattutto con i cittadini e le aziende, che poi potranno rivolgersi al loro professionista di fiducia per approfondire le singole tematiche. Cercheremo inoltre di ottimizzare il numero delle commissioni di studio cercando di inserire tutti i rappresentanti territoriali per una più capillare divulgazione delle problematiche affrontate in sede di commissione. E poi lavoreremo da subito sulla formazione, cercando, per quanto possibile di farla gratuitamente e puntando su argomenti di carattere nazionale di più stretta attualità: uno dei primi corsi concernerà sicuramente le nuove norme relative all’antiriciclaggio. Infine – concludono – razionalizzeremo gli spazi della sede per consentire ai colleghi di ‘‘viverla’’ meglio e offrendo anche uno spazio di lavoro per i colleghi che arrivano da fuori Civitavecchia e che necessitano di un punto di appoggio e ci sarà maggiore attenzione per i praticanti e per i neo-dottori cercando di aiutarli nel tirocinio coinvolgendoli nei convegni relativi a materie ed argomenti che potrebbero essere oggetto dell’esame di Stato».
Si voterà il 15 e il 16 novembre (rispettivamente con orario 10-17 e 9-16) presso la sede dell’Ordine in via Principe Umberto 3.

ULTIME NEWS