Pubblicato il

Maltempo, Tarquinia e Montalto chiedono lo stato di calamità naturale

Maltempo, Tarquinia e Montalto chiedono lo stato di calamità naturale

Mazzola ha presentato istanza al ministero delle Politiche agricole e alla Regione Lazio. Il sindaco Caci, al terzo giorno d'emergenza, stila un bilancio della situazione che sta registrando danni ingenti. Riaperta l'Aurelia. Domani via al recupero delle imbarcazioni disperse

Anche Tarquinia e Montalto chiedono il riconoscimento della calamità naturale. Il Comune di Tarquinia ha chiesto il riconoscimento della calamità naturale per l’agricoltura. Il maltempo che ha interessato la città etrusca nella giornata di domenica ha infatti causato notevoli danni alle campagne. La situazione più critica si è verificata lungo il corso del fiume Mignone, che è straripato in più punti allagando decine di ettari di terreni coltivati e strutture agricole. L’istanza è stata firmata dal sindaco Mauro Mazzola e inviata al ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali e alla Regione Lazio. A Montalto, intanto, al terzo giorno di emergenza per l’esondazione del fiume Fiora, il sindaco Sergio Caci stila il bilancio della situazione: “Ringrazio – dice Caci – tutte le forze dell’ordine, Protezione Civile locale e nucleo di Cerveteri e Garbatella, volontari, Carabinieri, Polizia locale, Corpo Forestale, Polizia di Stato, Guardia di Finanza e Vigili del Fuoco, che si sono rese da subito disponibili per l’emergenza. Questa è purtroppo una situazione che si verifica da anni. Oggi, ci troviamo di nuovo ad affrontare l’ennesima, grave, disastrosa emergenza: sono tre giorni che lavoriamo senza sosta. Abbiamo creato delle strutture di accoglienza presso la scuola secondaria di Primo grado di Montalto ed altre strutture alberghiere all’interno del Comune. L’amministrazione sta dunque lavorando per risolvere il problema: siamo a disposizione dei cittadini in qualsiasi momento e rimaniamo in costante contatto con la Prefettura”. “Proprio ieri – spiega il primo cittadino – abbiamo dato assistenza agli studenti pendolari di Montalto e Pescia: in particolare quelli di Pescia Romana sono stati accolti dalla Protezione civile, dalla Polizia locale e dall’amministrazione. Abbiamo messo a loro disposizione alcuni locali comunali ed allestito un ristoro. Nel pomeriggio i ragazzi sono stati poi riaccompagnati alle loro abitazione con gli scuolabus scortati dalle Forze dell’ordine e dal sottoscritto. Abbiamo dichiarato lo stato di calamità naturale: andremo quanto prima in Regione proprio per parlare di cifre. Il danno economico alla Marina è davvero ingente: chiederemo un risarcimento per tutti i danni subiti dall’Ente, dai privati cittadini, dalle infrastrutture, dalle colture agricole, dalle attività produttive e zootecniche”. “È anche attivo un numero unico per le emergenze: chiamando il 334.67.65.611 o recandosi a Montalto Marina presso il ‘Largo del Palombaro’, sarà a disposizione di tutti  ‘L’Unità di Comando avanzata dei Vigili del Fuoco’. Questo pomeriggio ci sarà infine un incontro, presso la sede dell’Unità di Comando avanzata dei Vigili del fuoco a ‘Largo del Palombaro’, al quale, oltre a me, parteciperanno tutte le Forze dell’Ordine, il Prefetto Antonella Scolamiero, il Capo del Dipartimento nazionale dei Vigili del Fuoco Francesco Paolo Tronca ed il Comandante della direzione marittima di Civitavecchia Pietro Vella”. Nell’ottica del ripristino della situazione di emergenza, a partire  da domani mattina alle 8,30 inizierà inoltre il recupero delle imbarcazioni finite in mare o rimaste arenate nelle spiagge del litorale. In proposito il sindaco Caci ringrazia il comandante della direzione marittima di Civitavecchia Pietro Vella ed il comandante della delegazione della Guardia Costiera, 1° maresciallo Lamberto Alessandro, per la disponibilità mostrata e per l’elevatissimo numero di persone e mezzi messi a disposizione per fronteggiare la crisi.  Intanto permangono alcuni disagi sui tratti delle strade statali maggiormente colpiti dall’eccezionale ondata di maltempo che si è abbattuta sulle regioni del centro-nord. I tecnici e le squadre di emergenza dell’Anas sono ininterrottamente al lavoro per ripristinare le condizioni di sicurezza nei tratti danneggiati dalle piogge e dalle inondazioni, al fine di ripristinare appena possibile i collegamenti interrotti. Nel Lazio la strada statale 1 “Aurelia” a Montalto di Castro, in provincia di Viterbo, è stata riaperta alle 7,30 di questa mattina, con transito consentito solo in corsia di sorpasso, dal km 109,000 al km 111,000. Il tratto era rimasto chiuso nella giornata di ieri per un allagamento, prima in entrambe le direzioni e poi solamente in direzione nord. Successivamente, dalle 21 di ieri alle 7,30 di stamattina la strada è rimasta temporaneamente chiusa in entrambe le direzioni per consentire alle squadre dell’Anas di eseguire i necessari interventi per il ripristino delle condizioni di sicurezza.
 

ULTIME NEWS