Pubblicato il

Processo Capitani, manca solo la sentenza

Ieri le arrignhe dei legali di difesa

Ieri le arrignhe dei legali di difesa

Non sono bastate oltre quattro ore di udienza preliminare per arrivare alla decisione del gup sul rinvio a giudizio o meno dei dieci imputati di omicidio colposo nel processo per la morte dell’operaio della ditta Guerrucci Sergio Capitani. Ieri mattina sarebbe potuta arrivare la sentenza, ma la discussione dei legali difensori, che hanno proposto ognuno per i propri assistiti le proprie arringhe, si è protratta fino al pomeriggio, per cui il giudice per le udienze preliminari Roberto Nespeca, si è visto costetto ad aggiornare l’udienza al prossimo 23 novembre. In quella data dovranno discutere gli ultimi due avvocati che ieri non  hanno potuto farlo, poi lo stesso gup dovrebbe ritirarsi in camera di consiglio per uscirne con la sentenza di rinvio a giudizio o meno nei confronti dei dieci imputati. Per tutti, la scorsa udienza, il pubblico ministero Edmondo De Gregorio aveva chiesto il processo, mentre ieri i legali hanno provato a smontare il castello accusatorio costruito dalla magistratura inquirente, chiedendo al contrario l’assoluzione per i propri assistiti. Tra questi figurano i responsabili della centrale Enel ed i progettisti. Due invece gli imputati che sono già usciti da questo processo, il tecnico Enel Guseppe Pontani che ha patteggiato la condanna ad un anno e quattro mesi, mentre è stata stralciata per motivi di salute la posizione di Leonardo Arzano. Quest’ultimo avrà un processo a parte. 

ULTIME NEWS