Pubblicato il

Assenteismo al Pincio, dodici indagati

Assenteismo al Pincio, dodici indagati

La Procura ipotizza il reato di truffa ai danni dell'amministrazione pubblica. L'inchiesta nata dal blitz di Strscia la Notizia

Truffa ai danni dell’amministrazione pubblica. E’ l’accusa di cui saranno chiamati a rispondere dodici dipendenti di palazzo del Pincio. Sono quelli «immortalati» dalle telecamere del Tg satirico «Striscia la Notizia», proprio nel periodo delle ultime elezioni amministrative (maggio 2012).
La procura della Repubblica di Civitavecchia, proprio prendendo spunto da quel servizio, ha avviato un’indagine che adesso è sfociata nell’iscrizione sul registro degli indagati dei dodici dipendenti, tre dei quali figuravano come articoli 90 con l’ex amministrazione Moscherini. Questi, in sostanza, uscivano tranquillamente dal proprio posto di lavoro per andare al bar, o a fare la spesa, o addirittura a farsi i capelli dal parrucchiere. Tutte scene riprese dalle telecamere del programma di Canale 5. Immagini poi acquisite dalla magistratura inquirente, completate anche da altre riprese che non sono mai andate in onda. Da quelle immagini gli inquirenti sono risaliti ai «protagonisti», hanno interrogato varie persone e poi il pubblico ministero Paolo Calabria, titolare di questa inchiesta, li ha iscritti sul registro degli indagati. Adesso si attende solo la conclusione dell’indagine e l’eventuale richiesta del pm.

ULTIME NEWS