Pubblicato il

Cgil, tanti civitavecchiesi allo sciopero a Roma

CIVITAVECCHIA – Centinaia di lavoratori, lavoratrici, pensionati di Civitavecchia, ieri mattina, hanno partecipato alla manifestazione provinciale della CGIL a Roma, rappresentando il disagio e le difficoltà di un territorio che sta risentendo in maniera particolarmente pesante della crisi in atto, in termini di riduzione dell’occupazione e di peggioramento delle condizioni economiche delle persone e delle famiglie. Particolarmente nutrita la presenza dietro lo striscione di Civitavecchia in difesa della scuola pubblica. “La manifestazione – ha spiegato il segretario locale Cesare Caiazza – unitamente allo sciopero generale nazionale promosso dalla Cgil, è intervenuta nel quadro della giornata europea di mobilitazione decisa dalla Confederazione Europea dei Sindacati. Cortei e comizi si sono svolti in cento città italiane e nelle più grandi metropoli di tutta Europa. Il mondo del lavoro e dei pensionati rivendica politiche, a livello europeo e nel nostro paese, segnate ma una reale equità sociale e volte alla ripresa economica e allo sviluppo. La crisi determinata dalla finanza non può essere pagata dai lavoratori, dai pensionati e dai ceti sociali deboli. La mobilitazione della Cgil continua, a livello europeo insieme a tutti gli altri sindacati del continente, nel Paese e nei territori. Per quanto attiene al territorio di Civitavecchia, l’ampia partecipazione del territorio alla manifestazione a Roma, testimonia un forte e diffuso sostegno nei confronti della strategia della CdLT Cgil “Roma Nord Civitavecchia” che, da tantissimo tempo, insiste per un impegno, delle istituzioni, delle forze sociali, dei grandi attori economici del territorio, finalizzato allo sviluppo e all’occupazione. Temi che porremo all’attenzione del “Tavolo per lo sviluppo ed il Lavoro”, convocato per martedì prossimo e sui quali, in assenza di risposte soddisfacenti, ricorreremo alla mobilitazione anche a livello territoriale”.

ULTIME NEWS