Pubblicato il

Orto botanico: in scadenza le proposte per la gestione

SANTA MARINELLA. Le associazioni di volontariato hanno tempo fino al 20 dicembre Previsto un contratto per sei anni. Gli aggiudicatari dovranno provvedere al miglioramento delle strutture dello spazio verde. Bacheca: «E’ questa l’ultima area su cui intervenire»

SANTA MARINELLA. Le associazioni di volontariato hanno tempo fino al 20 dicembre Previsto un contratto per sei anni. Gli aggiudicatari dovranno provvedere al miglioramento delle strutture dello spazio verde. Bacheca: «E’ questa l’ultima area su cui intervenire»

di GIAMPIERO BALDI

SANTA MARINELLA – Scadranno il 20 dicembre i termini per la presentazione, da parte delle associazioni di volontariato delle città, di una proposta relativa alla gestione di uno dei parchi pubblici più validi della Perla del Tirreno e cioè l’Orto botanico di Lungomare G. Marconi. Al fine di un miglioramento qualitativo ed estetico delle aree verdi della città, l’amministrazione comunale ha avviato da tempo provvedimenti e progetti per la valorizzazione e la manutenzione delle stesse dislocate sul territorio comunale, attraverso iniziative di sponsorizzazione, ovvero tramite il programma generale dei Punti Verdi di Qualità, con il quale sono già stati riqualificati altri parchi pubblici in città. Dopo attenta valutazione, l’amministrazione ha deciso di pubblicare un avviso pubblico al quale potranno partecipare associazioni locali no-profit, che siano disposte a valorizzarlo, gestirlo e curarlo. L’orto botanico è uno spazio verde situato a Lungomare Capolinaro che da tempo è abbandonato e ricettacolo di topi e erbacce. Chi si aggiudicherà la gestione avrà un contratto per sei anni ma dovrà provvedere a sue spese al miglioramento delle strutture dello spazio verde. In cambio potrà realizzare un chiosco per la vendita e la distribuzione di alimenti e bevande, istallare giochi e manufatti in legno per bambini, organizzare piccoli spettacoli di intrattenimento. «Era l’ultima area verde su cui intervenire – afferma il Sindaco Bacheca – poiché gli altri sei parchi sono stati oggetto, alcuni ancora in corso, di lavori di riqualificazione e messa in sicurezza. Nel 2009, in collaborazione con privati e con l’associazione Stella polare abbiamo dato nuova vita al parco Martiri delle Foibe di via Lazio, oggi fiore all’occhiello del quartiere Valdambrini. Sono in corso i lavori per il Parco dei Tulipani ed il Parco Saffi, così come sono stati affidati il Parco Majorca ed il Parco Cuffaro».

ULTIME NEWS