Pubblicato il

Case allagate, i cittadini diffidano Consorzio di Bonifica e Comune

Tarquinia. Il Comitato ‘’Marina Velka senza fango’’ prende posizione dopo l’ennesimo disagio dei residenti del Lido “Pochi interventi alla rete fognaria e ai fossi di scolo. I responsabili rispondano nelle sedi opportune”  

Tarquinia. Il Comitato ‘’Marina Velka senza fango’’ prende posizione dopo l’ennesimo disagio dei residenti del Lido “Pochi interventi alla rete fognaria e ai fossi di scolo. I responsabili rispondano nelle sedi opportune”  

TARQUINIA – Maltempo, infuriati i residenti del Lido di Tarquinia e in particolare quelli delle cosiddette ‘’case bianche’ finite sott’acqua a seguito dell’alluvione della scorsa domenica. Il Comitato “Marina Velka Senza Fango”, da sempre dalla parte dei cittadini dopo le devastanti alluvioni del 2004 e 2005 che hanno funestato il territorio del comune di Tarquinia, e non solo, hanno inoltrato una diffida al Consorzio di Bonifica della Maremma Etrusca e al Comune di Tarquinia,  ritenuti i responsabili della mancata pulitura dei fossi. “E’ auspicabile – dicono dal comitato – che Consorzio di Bonifica e Comune rispondano nelle sedi opportune delle responsabilità ormai appurate e reiterate. L’ultima ondata di maltempo, come è noto, ha flagellato l’Italia e in particolare Toscana, Umbria e Alto Lazio mettendo a nudo, qualora ce ne fosse bisogno, la fragilità del territorio”. Il Comitato segnala la sostanziale tenuta delle arginature del fiume Marta volute e ottenute con grande fatica dal Comitato stesso e, al contrario, la pochezza degli interventi operati sul sistema fognario e sui fossi di scolo a Tarquinia Lido che hanno determinato nuovi disastrosi allagamenti nelle abitazioni situate proprio in località “Case Bianche”. “E’ d’obbligo chiedersi – dicono dal Comitato – che fine hanno fatto gli stanziamenti erogati dalla Regione?  Chi risarcirà i cittadini nuovamente danneggiati dalla sciatteria dei preposti? La prevenzione paga. Ma questa forma mentis evidentemente non appartiene ai preposti alla salvaguardia del territorio”

ULTIME NEWS