Pubblicato il

Respinto il ricorso della Polverini. Subito al voto per le Regionali

Renata Polverini dovrà indire le elezioni entro cinque giorni. A deciderlo è stato il Consiglio di Stato che ha respinto il ricorso presentato dalla governatrice dimissionaria del Lazio dopo la sentenza del Tar, che lo scorso 12 novembre, aveva imposto alla leader di Città Nuove di portare la Regione a nuove elezioni nel limite dei 90 giorni.

Renata Polverini dovrà indire le elezioni entro cinque giorni. A deciderlo è stato il Consiglio di Stato che ha respinto il ricorso presentato dalla governatrice dimissionaria del Lazio dopo la sentenza del Tar, che lo scorso 12 novembre, aveva imposto alla leader di Città Nuove di portare la Regione a nuove elezioni nel limite dei 90 giorni.

Renata Polverini dovrà indire le elezioni entro cinque giorni. A deciderlo è stato il Consiglio di Stato che ha respinto il ricorso presentato dalla governatrice dimissionaria del Lazio dopo la sentenza del Tar, che lo scorso 12 novembre, aveva imposto alla leader di Città Nuove di portare la Regione a nuove elezioni nel limite dei 90 giorni. A questo punto la sospensiva prevista dal Consiglio di Stato sulla decisione del Tar viene meno e la Governatrice è obbligata ad indire le elezioni  nella data tecnicamente più  vicina. La sentenza potrebbe quindi portare ad una anticipazione delle elezioni regionali, da marzo a gennaio. Potrebbe venir meno, infatti, la possibilità di un election day previsto per le prime settimane di marzo con le Regionali da tenersi in una data differente.
Qualora Renata Polverini si rifiutasse di indire le elezioni, automaticamente alla conclusione dei cinque giorni, verrebbe commissariata dal Ministro degli Interni che dovrebbe comunque attuare quanto deciso dal tribunale amministrativo.
Il ricorso che ha portato alla sentenza del Tar era stato presentato nei mesi scorsi dal Movimento a Difesa del Cittadino, nella figura di Gianluigi Pellegrino.   
Lu. Gro.

ULTIME NEWS