Pubblicato il

Caos bilancio: salta il consiglio

Caos bilancio: salta il consiglio

SANTA MARINELLA.  Le minoranze scrivono al Prefetto per il ritardo nella consegna degli atti. Bacheca annulla l’assise Altri 20 giorni di tempo per riconvocare la seduta

di GIAMPIERO BALDI

S. MARINELLA – Non sono cadute nel vuoto le esternazioni fatte ieri l’altro dai consiglieri di minoranza riguardo al consiglio comunale che si doveva tenere oggi pomeriggio. La giunta Bacheca, considerata la nota delle opposizioni le quali contestavano il breve tempo a disposizione per la visione e la valutazione degli atti relativi all’ordine del giorno della seduta pubblica e considerata la nota inviata dalla Prefettura, la quale consente la possibilità di attendere altri venti giorni per l’approvazione degli equilibri di bilancio, ha emesso un comunicato che rinvia al 6 dicembre alle ore 9 il consiglio comunale. Un atto dovuto, secondo le minoranze, che ancora oggi non avevano potuto avere una copia del documento di rendiconto finanziario da sottoporre alla loro attenzione, con la finalità di portare le normali opposizioni al documento finanziario. «Evidentemente qualche problema la maggioranza deve averlo – dicono le minoranze – perché nei giorni precedenti alla redazione del bilancio negli uffici regnava la confusione più totale. Noi crediamo che hanno dei grossi problemi per far quadrare le cifre considerati i debiti fuori bilancio e altre questioni. La scadenza del 30 novembre era quella ultima per portare in consiglio il riequilibrio di bilancio, gli assestamenti di bilancio e i debiti fuori bilancio più il rendiconto 2011. Invece la seduta l’hanno rimandata». «Che cosa sta succedendo? Si domandano le opposizioni – questa mattina abbiamo fatto una diffida in cui abbiamo detto che la convocazione era fuorilegge perché i punti all’ordine del giorno non erano muniti di atti che dovevano esserci consegnati nei tempi previsti. Alcuni di questi li dovevamo avere venti giorni prima, gli altri tre giorni prima, noi invece li abbiamo avuto 24 ore prima». «Adesso la palla passa al Prefetto – concludono i consiglieri di minoranza – il quale chiederà alla maggioranza del perché non è stato portato in consiglio il bilancio e probabilmente li diffiderà a farlo entro venti giorni, rischio la caduta del consiglio comunale».

ULTIME NEWS