Pubblicato il

Presto una nuova scuola a via Canova

Presto una nuova scuola a via Canova

Domani mattina verrà siglato un protocollo di intesa tra Comune, Ater e Provincia di Roma

CIVITAVECCHIA – Un importante protocollo di intesa tra Ater, Comune di Civitavecchia e Provincia di Roma, volto al recupero dell’area di via Canova e dell’immobile situato in quella zona, di proprietà della Provincia. “Con questo protocollo d’intesa – ha spiegato soddisfatto il presidente dell’Ater Gino Vinaccia – si intende procedere ad un’importante opera di riqualificazione e recupero di un’area e di un immobile che, a parte l’abbandono, presenta diversi problemi di sicurezza. Con il via libera dato alla sottoscrizione di questo accordo, il Cda dell’azienda, che ringrazio, ha dimostrato grande sensibilità verso una tematica sociale quale l’emergenza abitativa, che riveste notevole importanza nella nostra città”. In particolare, all’interno del protocollo che sarà sottoscritto domani alle 9 a Palazzo del Pincio, è prevista la cessione da parte della Provincia di Roma dell’edificio e dell’area in comodato d’uso gratuito per 99 anni sia all’Ater che al Comune di Civitavecchia. “L’Ater – ha aggiunto Vinaccia – sulla base di quanto previsto nel protocollo, avrà l’onere di predisporre la progettazione degli interventi da realizzare e di adempiere a tutti i provvedimenti concernenti l’appalto e la gestione dei lavori. L’intervento di riqualificazione prevede la demolizione delle strutture attualmente esistenti e la ricostruzione ex novo del fabbricato, con la destinazione del piano terra a sede di locali da adibire ad aule di scuola materna e del primo piano ad alloggi sociali per anziani ed altre categorie che versano in condizioni di disagio economico, nonché per studenti e nuclei familiari monoparentali, da concedere in locazione a canone sostenibile. L’Ater – ha concluso Vinaccia – nel limite delle previsioni finanziarie indicate nello studio preliminare di fattibilità, già trasmesso alla Provincia di Roma, sosterrà la spesa prevista in euro 1.651.564, 17, in parte con il contributo di 900 mila euro stanziato dalla Regione Lazio e per la parte residua con fondi propri provenienti dall’alienazione degli alloggi”. 
 

ULTIME NEWS