Pubblicato il

La morte di Vitali Misko, assolto Carlo Accorsi

La morte di Vitali Misko, il bambino bileorusso che perse la vita annegando nella piscina di largo Marco Galli, è stato un incidente. A stabilirlo è stata la Corte d’Appelo di Roma, che ha assolto «per non aver commesso il fatto» Carlo Accorsi, all’epoca dei fatti (agosto 2002) era bagnino presso l’impianto della Snc.
Accorsi era stato condannato nel processo di primo grado ad 8 mesi per omicidio colposo, dove invece ne era uscita assolta Laura Porchianello, la ex campionessa di nuoto anche lei inzialmente imputata nello stesso processo in quanto addetta al controllo dei ragazzi in piscina.
A pesare molto sulla decisione dei giudici, la tesi degli avvocati difensori Simone Feoli ed Ivar Galioto, che hanno dimostato come il proprio assistito, al momento dell’incidente, fosse in pausa pranzo.

ULTIME NEWS