Pubblicato il

Folla commossa per l'ultimo saluto a Dario Bevilacqua

CIVITAVECCHIA – Piazzale gremito ai Cappuccini per l’estremo saluto a Dario Bevilacqua, il giovane che ha perso tragicamente la vita a causa di un colpo di pistola alla testa.  La chiesa non è riuscita a contenere la folla, amici e parenti, ma anche semplici conoscenti, che si sono stretti attorno alla famiglia di Dario. Straziante l’omelia del parroco, che ha ricordato le qualità che da sempre hanno caratterizzato un giovane la cui scomparsa è ancora circondata dal mistero. Non si rassegna la mamma, che al termine della messa ha abbracciato la bara quasi a volerla trattenere. Lacrime e commozione durante la cerimonia per una tragedia che ancora nessuno riesce a spiegarsi.  E intanto proseguono le indagini portate avanti dai Carabinieri per stabilire cosa sia realmente accaduto a Dario Bevilacqua, anche se la tesi del suicidio a quanto pare sarebbe quella più probabile.
Dall’inchiesta tuttavia sta emergendo che il 33enne aveva problemi economici piuttosto seri: alcuni sms trovati sul suo telefonino poi, inviati e ricevuti nelle ultime ore di vita del ragazzo, avvalorerebbero maggiormente la tesi secondo la quale si sarebbe tolto la vita utilizzando una pistola calibro 40, quella ritrovata accanto al cadavere dagli investigatori della compagnia Carabinieri di Civitavecchia. Infine anche la scelta del luogo, la chiesa di San Felice da Cantalice, che da giovanissimo aveva frequentato assiduamente e in cui era stato anche boy scout, non sarebbe del tutto casuale. 

ULTIME NEWS