Pubblicato il

Riccioni, Tidei: "Voglio vedere se si presenterà alla conferenza dei sindaci"

CIVITAVECCHIA Il nome del commissario della Asl Roma F nominato dalla Regione Lazio, non piace poi così tanto nemmeno al sindaco Pietro Tidei. «Mi auguro che venga e che quando verrà si presenterà al presidente della Conferenza dei sindaci della Asl Roma F» ha punzecchiato il primo cittadino facendo riferimento anche al secondo incarico ricoperto da Riccioni, quello da direttore generale della Asl Roma A che non gli permetterà probabilmente di dedicarsi anima e corpo ai problemi del «nostro distretto sanitario. Vorrei infatti ricordare a quanti non lo sapessero – ha detto Tidei – che la Asl Roma F si troverà per svariati giorni a settimana senza assistenza legale». A seconda degli impegni del nuovo commissario.  Ma i problemi dell’intero distretto non si fermano al solo nome di Riccioni. A preoccupare il sindaco Tidei sono anche i 150 posti a rischio. Si parla dei precari della sanità che vedranno scadere i loro contratti il 31 di questo mese. Senza alcun rinnovo da parte della Regione Lazio, la sanità locale andrà a perdere infermieri e medici. Con loro a rischio quattro reparti dell’ospedale San Paolo, mentre «la F2 e la F3 non avranno più alcun medico». Una situazione insostenibile in un momento in cui i servizi sono aumentati, proprio come la popolazione. «Prima di Natale – ha annunciato Tidei – io e gli altri sindaci andremo con i gonfaloni in Regione per protestare».
So.Be.

ULTIME NEWS