Pubblicato il

Il Comune stanzia 448mila euro per il dearsenificatore

Mazzola: «per tutelare la salute dei cittadini»

Mazzola: «per tutelare la salute dei cittadini»

TARQUINIA – L’amministrazione comunale per tutelare la salute dei cittadini tarquiniesi ha stanziato 448mila euro per installare il dearsenificatore, considerati i ritardi della Regione Lazio, della Provincia di Viterbo e della società Talete nel risolvere il problema della concentrazione di arsenico nelle reti idriche delle cittadine della Tuscia. «Le risorse si sono rese disponibili grazie ad una pluriennale oculata gestione del bilancio – dichiara Mazzola – Il Comune ha già avviato l’iter burocratico per dare inizio ai lavori». «Paghiamo colpe non nostre – attacca il primo cittadino etrusco – Abbiamo atteso che la Regione, la Provincia e la società Talete sbloccassero la situazione. Non è stato così e faremo da soli. Il rammarico è che queste risorse destinate al dearsenificatore potevano essere usate per altri importanti capitoli di spesa». «Ricordo ancora una volta – conclude Mazzola – che la Talete, nonostante i solleciti, non ha mai voluto prendere in gestione la rete idrica di Tarquinia».

ULTIME NEWS