Pubblicato il

Droga: due arresti a Santa Marinella

Droga: due arresti a Santa Marinella

Blitz della Guardia di Finanza in un bar della cittadina tirrenica. Sequestrati due etti di cocaina. La sostanza stupefacente avrebbe fruttato oltre 12mila euro. Lunedì la convalida

di STEFANO PETTINARI

SANTA MARINELLA – Duecento grammi di cocaina. E’ quanto hanno trovato i militari della Guardia di Finanza della caserma Bruzzesi di corso Centocelle a Civitavecchia a due fratelli di Santa Marinella, rispettivamente di 33 e 30 anni. I due fratelli sono stati arrestati e dopo un breve interrogatorio presso la stessa caserma delle fiamme gialle, sono poi stati condotti presso il carcere di borgata Aurelia, a disposizione dell’autorità giudiziaria. Il blitz della Guardia di Finanza è scattato nella mattinata di oggi, quando due auto e cinque uomini si sono presentati presso l’esercizio commerciale (un bar) di cui è titolare il fratello maggiore dei due. I finanzieri hanno fatto irruzione, hanno fatto uscire i clienti che in quel momento erano all’interno del bar ed hanno eseguito una perquisizione del locale. Non è dato sapere se la droga sia stata trovata all’interno del bar oppure in una successiva perquisizione nelle abitazioni dei due fratelli. Gli uomini del capitano Antonio Nusca sono infatti molto abbottonati su questa operazione antidroga. Sembra però che i due fossero nel mirino già da tempo. A farlo pensare è anche la modalità con cui è avvenuto l’arresto ed il sequestro della sostanza stupefacente. La finanza infatti è andata praticamente a colpo sicuro, probabilmente sapendo che avrebbe trovato quel quantitativo di cocaina. Indagine che è coordinata dal sostituto procuratore Alessandro Gentile. La droga quasi certamente era destinata al mercato locale, ed avrebbe fruttato oltre dodicimila euro, se fosse stata venduta senza essere tagliata con mannite od altre sostanze solitamente utilizzate per «allungare» la polvere bianca. In caso contrario probabilmente il guadagno poteva anche essere raddoppiato. I due fratelli, come detto, sono stati condotti presso il carcere di borgata Aurelia, dove con ogni probabilità lunedì prossimo saranno sottoposti all’udienza di convalida dell’arresto di fronte al giudice per le indagini preliminari del tribunale di via Terme di Traiano. In quella sede i due fratelli potranno fornire la propria versione dei fatti, se lo vorranno, oppure avvalersi della facoltà di non rispondere. La cocaina era probabilmente una partita destinata alla vendita sul mercato della cittadina tirrenica per il periodo natalizio, dove il commercio ed il consumo della polvere bianca aumenta notevolmente.  I due fratelli sono peraltro molto conosciuti a Santa Marinella, proprio per la gestione del bar di proprietà del fratello maggiore, molto conosciuto e frequentato durante l’anno, ma naturalmente soprattutto d’estate. I due arresti infatti hanno destato molta sorpresa nella cittadina balneare, in quanto nessuno sospettava che fossero dediti a questo tipo di traffico. 

ULTIME NEWS