Pubblicato il

Hcs, si cerca l'intesa

Hcs, si cerca l'intesa

Sindacati e politica al lavoro per salvare la società. Lunedì incontro decisivo prima di andare in Regione 

CIVITAVECCHIA – Giornate intense per il futuro di Hcs. Si susseguono infatti incontri, riunioni e trattative per cercare di arrivare, lunedì prossimo, alla firma di una “ipotesi di intesa” finalizzata ad evitare il dissesto finanziario delle municipalizzate. I sindacati sono al lavoro per individuare le 10mila ore mensili da suddividere tra le diverse categorie di lavoratori, ad esclusione degli assistenti educativi culturali. L’auspicio del sindaco Pietro Tidei è che, finalmente, si trovi un accordo sulla cassa integrazione in deroga a rotazione “che andrebbe a pesare – ha sottolineato – soltanto di 30 euro sugli stipendi”. In questo senso si è data priorità alle richieste volontarie di lavoratori che, per vari motivi, vogliono utilizzare per un periodo continuativo la collocazione in cassa integrazione, abbattendo già in questo modo, in maniera significativa, il monte ore. Martedì, se verrà trovata l’intesa, questa sarà presentata ai lavoratori nel corso di un’assemblea e poi si andrà, giovedì prossimo, in Regione per l’attivazione delle procedure. “In caso contrario – ha aggiunto Tidei – rischiamo di trovarci senza intese. Il 7 marzo dobbiamo presentare un piano industriale serio in Tribunale, condiviso dai sindacati: se questo non dovesse accadere, allora dal Palazzo di Giustizia potrebbero mettere in liquidazione la società. A quel punto tutti a cas. Ed ognuno dovrà prendersi le proprie responsabilità”. Nel frattempo i sindacati continuano a chiedere garanzie sul mantenimento del carattere pubblico delle aziende, sul confronto costante proprio sull’elaborazione del piano industriale con priorità il rinnovo del parco mezzi ed attrezzature, sul mantenimento, a regime, dei livelli occupazionali esistenti,  sul rispetto dei tempi di erogazione degli stipendi. Anche la politica è al lavoro, con il sindaco Tidei che ha chiamato a raccolta tutti i consiglieri comunali, di maggioranza ed opposizione, per trovare insieme una strada che eviti il fallimento della holding.  

ULTIME NEWS