Pubblicato il

Perello: "Dietro l'emergenza rifiuti una chiara azione politica"

CIVITAVECCHIA – Critica le dichiarazioni del sindaco Pietro Tidei il consigliere comunale di opposizione Daniele Perello. E lo fa soprattutto in riferimento all’attuale situazione dei rifiuti. Punta il dito contro il primo cittadino per il “boicottaggio” dei mezzi di Città Pulita e per la sua promessa di recarsi in Procura a denunciare tutto. “I mezzi sono vecchi e la situazione non va – ha spiegato Perello – ma lui lo sa bene. Allora per il periodo di Natale chiama in “soccorso ” il comune di Ciampino e la società portuale dei rifiuti, buttandoci dentro altre frasi da “campagna elettorale”. Solamente che qua più che la “campagna elettorale”, sembra di essere nella “Campania”, quella dei rifiuti, quella dell’emergenza, quella di Bassolino e della Iervolino. La città è sporca, troppo. Questo perché portarla nell’emergenza può portare a prendere decisioni tale da giustificare ogni azione politica”. Un’azione politica ben chiara da parte del Sindaco, a detta del consigliere di minoranza: quella cioè di “vendere il cento per cento della società cosi da farla mandare giù ai colleghi di coalizione alla faccia del codice etico e degli accordi di programma – ha aggiunto – fare accettare ai lavoratori ed ai sindacati una cassa integrazione che non verrà accolta perche’ non fattibile, visto che quella proposta a giornate non è possibile perché  è una tipologia riservata esclusivamente ai lavoratori come per esempio i portuali che lavorano a giornata. Ecco così il percorso: vendita totale , licenziamenti e tanto altro, e chissà che, con il caos rifiuti, qualche assessore, come gia’ in passato, non ricominci a parlare di bruciarli. Eccolo, il futuro che ritorna. Un futuro , che questa città non merita. Tidei, game over”.
 

ULTIME NEWS