Pubblicato il

Pincio, giallo sui soldi alla Cogeco 7

di FABRIZIA CAPUTO

CIVITAVECCHIA – «Nonostante la collaborazione ricevuta dal Pincio e gli sforzi fatti dalla Fillea CGIL, nonché la buona volontà anche della COGECO 7, l’azienda M&D continua a tenere in “ostaggio” i soldi che i lavoratori licenziati attendono da 5 mesi, sfruttando impropriamente delle lacune legislative». Duro attacco da parte del funzionario della Fillea CGIL Claudio Roggerone, nei confronti della M&D, in una vicenda complicata che riguarda un tema ancora molto caldo, quello del mercato di Civitavecchia e le ditte che operano sui lavori. Pochi mesi fa, il Sindaco Pietro Tidei aveva annunciato che sarebbero stati erogati circa 250.000 euro alla ditta appaltatrice, la COGECO 7, per proseguire i lavori e saldare le mensilità arretrate, circa 10.000 euro, dei lavoratori della M&D, che si trovavano in situazione di distacco e successivamente licenziati. «Soldi – prosegue Roggerone – che dal Pincio confermano di aver erogato, ma dalla Cogeco 7 dichiarano di non averli ancora ricevuti. Inoltre – continua – la ditta dichiara di aver però anticipato alla M&D la cifra spettante ai lavoratori, ma quest’ultima non intende saldare finche non avrà tutti i soldi dell’ammontare dei lavori». Se non avviene il saldo, la Fillea non potrà interrompere il blocco dello stato di avanzamento dei lavori. «Sono basito – continua Roggerone – visto che si tratta di appalti pubblici. Mi domando – conclude – se ci sia una notizia di reato e se sì, perché la magistratura non interviene?».

ULTIME NEWS