Pubblicato il

Azzolini: "Non ho trasferito io la Tomaselli"

Azzolini: "Non ho trasferito io la Tomaselli"

Il presidente del tribunale interviene dopo che il processo per lo stupro della ragazza romena ha rischiato di ricominciare da capo

CIVITAVECCHIA – Il presidente del tribunale Bruno Azzolini, in merito al processo sul caso della romena stuprata che ha corso il rischio di ricominciare da capo per il cambio del collegio giudicante, precisa che “la collega ha chiesto lo scambio con altro magistrato del tribunale in servizio presso l’ufficio gip. Non vi è stato quindi alcun trasferimento della dottoressa Maria Paola Tomaselli deciso da questo presidente”. Questo quanto sostiene il presidente del tribunale facente funzione Bruno Azzolini. Sta di fatto però che per altri processi, nonostante lo spostamento all’ufficio gip della dottoressa Tomaselli, la stessa è stata applicata proprio per permettere di portare a conclusione il dibattimento, come per esempio quello sul caso Salciccia. Cosa che invece non è stata disposta per il processo sullo stupro della ragazza romena, che se non fosse stato per il senso di responsabilità dell’avvocato Mara Montaruli, di rinunciare al non dare il consenso alla prosecuzione del dibattimento, pur essendo nel pieno dei suoi diritti di avvocato difensore di uno degli imputati, il processo sarebbe ricominciato da capo a distanza di otto anni dai fatti, peraltro di una gravità estrema, con il concreto rischio della prescrizione dei reati.

ULTIME NEWS