Pubblicato il

"Piano Casa", domani l'incontro in Regione

Il sindaco Tidei chiede al presidente dell'Ater Gino Vinaccia di affidare al Comune la realizzazione degli alloggi popolari

Il sindaco Tidei chiede al presidente dell'Ater Gino Vinaccia di affidare al Comune la realizzazione degli alloggi popolari

CIVITAVECCHIA – Nuova importante tappa per il “Piano casa” messo in campo dall’amministrazione Tidei e che prevede la realizzazione di circa 500 nuovi alloggi di edilizia popolare e convenzionata in tre anni. È infatti fissato per domani un incontro in Regione tra il delegato, Raffaele Cacciapuoti e la segreteria tecnica dell’Assessore Buontempo. Due i provvedimenti da sbloccare. L’acquisizione da parte del Comune di 24 alloggi da privati e la gara d’appalto per la realizzazione di 18 appartamenti a San Gordiano, finanziati dalla Regione con 1 milione e 800 mila euro. A sperare in un esito positivo dell’incontro, è proprio il delegato alla Casa che ha anche spiegato come al comune sia già pervenute tre offerte (in busta chiusa) da parte di privati per l’acquisizione dei 24 alloggi. Ma l’intenzione è quella di aprire le buste una volta avuto l’ok al finanziamento da parte della Regione.
E ad “aiutare” il Comune nella realizzazione del suo Piano casa è anche Italcementi con il quale da palazzo del Pincio stanno per sottoscrivere un accordo che prevede la liberazione dell’area ad oggi occupata dalla struttura della società, entro 18 mesi. Italcementi dovrà provvedere infatti alla demolizione della strutture fatiscente, alla bonifica dei terreni dall’amianto ad oggi presente e alla concessione al Comune del 30% dell’area per “la costruzione – spiegano dal Pincio – di 50 alloggi in social-housing”. Accordo quello da sottoscrivere che proprio in queste ore è al vaglio della Giunta Tidei. Ma nel progetto di social housing stilato dal sindaco Tidei, non c’è “scampo” nemmeno per l’Ater. È proprio all’Ente infatti che il primo cittadino ha avanzato una soluzione “fast” del problema abitativo. “Il Comune – spiega Tidei – è in grado di costruire alloggi a 2 mila euro al metro quadro. Possiede le aree. Ha in casa le professionalità di tecnici e di urbanisti. È titolare – aggiunge – della parte normativa. Dunque, è pronto a mettere a frutto da domani i 24 milioni di euro fermi da anni nelle casse dell’Ater”. Per farlo, Tidei propone al presidente dell’Ente, Gino Vinaccia “di assegnare proprio al Comune l’onere della realizzazione dei futuri alloggi popolari. Una soluzione – ha concluso Tidei – veloce ed economica”.

ULTIME NEWS