Pubblicato il

Comitato pendolari: "Il sottopasso non è controllato a dovere"

CIVITAVECCHIA – In quello stesso sottopasso ferroviario in cui la giovane 17enne avrebbe detto di essere stata aggredita «qualche anno fa, una donna venne inseguita e accoltellata a morte in pieno giorno». Segno che forse, quel sottopasso non è controllato a dovere. A denunciarlo è il Comitato pendolari Civitavecchia Santa Marinella. «Senza puntare il dito contro nessuno, appare comunque molto grave che simili fatti possano avvenire in una stazione presidiata dalla Polfer e con un sottopasso munito di telecamere per la videosorveglianza». E dal Comitato si rivolgono a chi di dovere affinché si intraprendano «azioni necessarie affinché tali episodi non si ripetano e che il sottopasso possa essere attraversato in sicurezza da chiunque, pendolare o no». E suggeriscono l’installazione «nel sottopasso di colonnine SOS collegate direttamente con la postazione Polfer, e nel caso dare la possibilità agli agenti di intervenire prontamente».

ULTIME NEWS