Pubblicato il

La ragazza si contraddice

La ragazza si contraddice

Il caso della tentata violenza al sottopassaggio della stazione. La versione della giovane non corrisponderebbe alle immagini della videosorveglianza

CIVITAVECCHIA – Dichiarazioni contraddittorie. E’ soprattutto questo che non sembra convincere gli inquirenti relativamente al caso della presunta tentata violenza ai danni di una diciassettenne avvenuta nel sottopassaggio della stazione. Da quel che emerge dall’indagine della procura della Repubblica infatti, la versione fornita dalla giovane non corrisponderebbe alle immagini registrate dalle telecamere di videosorveglianza dello stesso sottopasso. La ragazza, quindi, nel suo interrogatorio, sarebbe caduta più volte in contraddizione quando le è stato fatto notare che le immagini non supporterebbero il suo racconto.
Intanto emergono altri particolari su questa vicenda, come per esempio il fatto che la diciassettenne aveva realmente parte dei vestiti strappati. Ma al pronto soccorso, dove è stata visitata, non sembra sia stato trovato alun segno di violenza. Nemmeno una piccola ecchimosi, un leggero graffio. Nulla. Oltre a questo, si comincia a sapere qualcosa di più sulla giovane, come per esempio che è ospite da tempo della struttura di accoglienza del Villaggio del Fanciullo, dove stava tornando la sera che avrebbe subito l’aggressione.

 

ULTIME NEWS