Pubblicato il

Acqua: "Il Consiglio comunale si svolga prima delle elezioni"

Acqua: "Il Consiglio comunale si svolga prima delle elezioni"

CIVITAVECCHIA – “È diritto dei cittadini che il Consiglio Comunale sull’acqua venga convocato al più presto e si svolga prima delle elezioni, e non è certo accettabile che le forze di maggioranza abbiano deciso, causa tregua elettorale, di affrontare tale tematica solo dopo tale data”. A rivendicare la convocazione della massima assise cittadina sul tema che ha rischiato di causare uno strappo in maggioranza tra il sindaco Tidei e il suo vice Enrico Luciani, è il comitato per l’acqua pubblica di Civitavecchia. “Vogliamo essere messi a conoscenza se e come l’amministrazione intenda tener fede all’esito del referendum che ha proclamato ufficialmente la volontà degli italiani per cui l’acqua è un bene essenziale pubblico la cui gestione non può essere ceduta ai privati per fare profitti”. Un Consiglio comunale da svolgere prima delle elezioni per far sì che “le liste e i candidati al consiglio regionale e al parlamento nazionale possano rendere noti senza ambiguità, nel confronto pubblico, gli impegni che intendono assumere sull’acqua e gli altri servizi. Pretendiamo che siano rispettate le regole basilari – prosegue il Comitato – della democrazia. Il fatto che ancora non sia stato convocato il Consiglio comunale dimostra ostilità verso le legittime istanze dei cittadini e timore per una discussione e un confronto aperto e trasparente. La vecchia politica, quella che esclude i cittadini perché privilegia gli accordi con gruppi di potere e d’affari, non riuscirà a tapparci la bocca e a impedirci di affermare la volontà della stragrande maggioranza dei cittadini sull’acqua e sui servizi pubblici”.
 

ULTIME NEWS