Pubblicato il

Il nervosismo ha tradito lo spacciatore

Il nervosismo ha tradito lo spacciatore

L’operazione antidroga di sabato notte al porto di Civitavecchia. Tra domani e giovedì le udienze di convalida dei tre arrestati

CIVITAVECCHIA – Tra oggi e domani si terranno le udienze di convalida dei tre arrestati sabato notte trovati in possesso di oltre 200 kg di droga.
Il pubblico ministero Alessandro Gentile, titolare dell’indagine, ha infatti avanzato ieri la richiesta all’ufficio gip che adesso ha 48 ore di tempo per fissare l’udienza che, con ogni probabilità, si svolgerà all’interno del carcere di borgata Aurelia dove i tre sono detenuti.
Intanto emergono altri particolari relativamente al sequestro dei 60 kg circa di hashish, trovati all’interno dell’auto che era appena sbarcata dalla nave proveniente da Cagliari.
«Il nervosismo manifestato al momento dello sbarco al porto di Civitavecchia – scrive in una nota la GdF – è stato fatale per un italiano proveniente dalla Sardegna, nella cui autovettura i finanzieri del personale di mare del Reparto Operativo Aeronavale di Civitavecchia, hanno rinvenuto diversi panetti di hashish.
L’uomo, da poco sbarcato dal traghetto, ha attirato l’attenzione delle Fiamme Gialle della Compagnia e della Stazione Navale di Civitavecchia in servizio presso lo scalo portuale, che dopo aver sottoposto a perquisizione l’autovettura nella sua disponibilità, hanno rinvenuto hashish confezionato in panetti per un peso di circa sessanta chili». Nulla trapela invece sul sequestro dei 150 kg di cocaina.

ULTIME NEWS