Pubblicato il

Demolizione Concordia, Tidei: "Civitavecchia esclusa dall'incontro con Clini"

Demolizione Concordia, Tidei: "Civitavecchia esclusa dall'incontro con Clini"

Torna a parlare della Concordia il primo cittadino, dopo la notizia apparsa sull'edizione toscana dell'Unità di una riunione in corso presso il ministro Clini per decidere il sito dove verrà demolita la nave da crociera.

CIVITAVECCHIA – Il sindaco Tidei torna a puntare i fari sulla demolizione della nave “Costa Concordia”. E questa volta lo fa scrivendo al presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, al responsabile economia e lavoro del Pd Stefano Fassina e al segretario Pd Pierluigi Bersani. Questa volta il suo intervento è dettato dalle notizie apparse sull’edizione Toscana dell’Unità “della riunione in corso presso il ministro Clini per decisioni che riguardano il sito dove verrà demolito lo scafo della Costa Concordia”. Riunione a cui la città di Civitavecchia non è stata però invitata a partecipare. “Comprendo facilmente – spiega il Sindaco – le motivazioni di ordine sociale che spingono la Regione Toscana a insistere perché venga prescelto Piombino poiché sono identiche a quelle che sostengo io per Civitavecchia”. Ma allo stesso tempo, appunto, il Sindaco civitavecchiese lamenta “che ad una riunione tanto importante, dove potrebbe essere deciso il sito di demolizione, non si sia considerata l’opportunità di coinvolgere Civitavecchia, avendo questo porto caratteristiche idonee allo smantellamente della nave in questione, con minor costi e con tempistiche più rapide. Anche le distanze tra il Giglio e Civitavecchia – prosegue nella lettera Tidei – sono identiche a quelle con Piombino”. Motivo per cui il primo cittadino della città portuale richiede la promozione di una nuova riunione “al fine di dare la possibilità anche a rappresentanti del nostro scalo di poter illustrare la possibile convenienza in termini di ambiente, costi, rapidità di esecuzione, sicurezza dell’utilizzo del nostro porto”.

ULTIME NEWS