Pubblicato il

Succo di frutta killer: la ragazza sta meglio

Succo di frutta killer: la ragazza sta meglio

Le forze dell’ordine stanno lavorando per analizzare le sostanze contenute nella bevanda

TARQUINIA – Una confezione integra di succhi di frutta, una bottiglietta aperta davanti alle clienti.
Eppure la giovane rumena è finita in ospedale con una perforazione dell’esofago e l’amica ha riportato ustioni alla bocca. Le indagini degli inquirenti vanno avanti e si stanno ora concentrando sull’azienda che ha prodotto il succo di frutta. Azienda che si è messa subito a disposizione degli inquirenti, evidenziando l’assenza di altri casi simili.
Sulle cause che hanno determinato il malore delle due ventenni ci sarà ancora da lavorare, per stabilire quale sostanza abbi causato il problema. Il bar pasticceria di Tarquinia Lido in questi giorni è rimasto chiuso, dovrebbe riaprire porprio oggi. Intanto migliorano le condizioni di salute della ragazza che ha bevuto il succo di frutta e al momento non sarebbe più in pericolo di vita.

ULTIME NEWS