Pubblicato il

Commissione sull'acqua, per il Prc "un espediente per prendere tempo"

CIVITAVECCHIA – Sulla questione “acqua” il veto sulla privatizzazione non arriva solo da Sinistra ecologia e libertà. A bacchettare il primo cittadino Pietro Tidei è anche il Prc locale, che alle amministrative ha appoggiato la sua candidatura a sindaco e che fino a pochi mesi fa era presente al Pincio con il suo delegato all’acqua, Roberto Bonomi. Per il Prc la decisione “informale” di creare una commissione aperta “che analizzi la situazione e formuli delle proposte percorribili” appare un “espediente per prendere tempo e cercare maggioranze alternative. Tidei – ricorda il Prc – ha confermato la sua personale convinzione sulla gestione pubblica dell’acqua messa in discussione solo dalla grave emergenza finanziaria”. E anche da qui arriva al Sindaco lo stesso suggerimento ricevuto durante il consiglio comunale: “Chiedere lumi ai sindaci De Magistris (per Napoli) e Paliotta per Ladispoli, che hanno fatto del servizio pubblico dell’acqua un punto di forza”. Il Prc non esclude inoltre che la soluzione definitiva al problema idrico possa essere trovata a livello regionale: “La legge di iniziativa popolare sull’acqua pubblica, su cui la nuova Giunta Zingaretti si dovrà esprimere – spiegano – prevede inoltre la gestione integrata dell’acqua da parte dei comuni appartenenti allo stesso bacino idrografico e dei fondi per la ripubblicizzazione dell’acqua”.

ULTIME NEWS