Pubblicato il

Aggressione a via Doria: è caccia all’uomo

La giovane civitavecchiese che ha subito un tentativo di violenza ha riconosciuto il suo assalitore dalle foto segnaletiche L’individuo è noto alle forze dell’ordine: si tratta di un romeno di venticinque anni con precedenti penali Il Vicequestore Sergio Quarantelli parla alle donne: «La prudenza non è mai troppa, evitate di girare sole di notte»

La giovane civitavecchiese che ha subito un tentativo di violenza ha riconosciuto il suo assalitore dalle foto segnaletiche L’individuo è noto alle forze dell’ordine: si tratta di un romeno di venticinque anni con precedenti penali Il Vicequestore Sergio Quarantelli parla alle donne: «La prudenza non è mai troppa, evitate di girare sole di notte»

POLIZIAdi FABIO MARUCCI

CIVITAVECCHIA – Avvicinata con una scusa, strattonata e poi malmenata. E’ la brutta avventura di una ragazza civitavecchiese, che nella notte tra giovedì e venerdì è rimasta vittima di un tentativo di violenza. Un caso che richiama alla mente ciò che è capitato nell’ottobre dello scorso anno ad una trentacinquenne presa di mira da un kosovaro alla stazione ferroviaria, episodio avvenuto una settimana dopo la molestia ad una ventisettenne, opera di uno straniero nel buio di via Etruria. Dopo un anno la storia si ripete. Protagonista ancora una volta un cittadino rumeno che alle 2 di notte ha aggredito in via Doria la giovane, mettendole una mano sulla bocca per evitare che la malcapitata chiamasse aiuto e colpendola ripetutamente con schiaffi e pugni. La scena fortunatamente non è sfuggita ad alcuni passanti, che hanno messo in fuga il malintenzionato, un ragazzo alto e robusto, con capelli rasati. Immediato l’intervento della polizia, che dopo aver soccorso la donna, le ha chiesto di riconoscere lo straniero consultando le foto segnaletiche del commissariato di viale della Vittoria. Dal raffronto non è stato difficile identificare lo sconosciuto: si tratta di un 25enne con precedenti penali, fotosegnalato tempo prima dal Vicequestore Sergio Quarantelli. Adesso è caccia all’uomo, mentre le pattuglie da due giorni stanno battendo la zona per assicurare alla giustizia l’aggressore. Ottimista il dottor Quarantelli: «Lo arresteremo presto» ha dichiarato, senza fornire però alcun particolare riguardante l’indagine in corso. Ha però voluto lanciare un messaggio: «Alle donne suggerisco di evitare, se possibile, di girare sole di notte in strade poco illuminate. Fortunatamente casi di questo tipo a Civitavecchia ne capitano pochi, considerato tra l’altro che l’attività investigativa e quella preventiva della polizia di stato funziona.
Tuttavia – ha precisato Quarantelli – il nostro impegno è a 360 gradi: occorre evitare anche il minimo disagio».

ULTIME NEWS