Pubblicato il

Allievi elite: il cuore non basta, il Civitavecchia si arrende all'Urbetevere

CIVITAVECCHIA – «Una sconfitta che ci può stare». Questo il telegramma di Mauro Stampigioni, tecnico degli Allievi d’Elite del Civitavecchia che domenica scorsa ha lasciato l’intera posta (3-1) all’Urbetevere. L’esultanza di Barzellotti, per aver ridotto le distanze (e riacceso momentaneamente le speranze dei nerazzurri sul finire della prima frazione di gioco), è comunque risultata vana. Stampigioni è realista. «Complimenti all’Urbetevere che è davvero una signora squadra – sottolinea – completa in tutti i suoi reparti. Nulla da dire sulla nostra battuta d’arresto. Ci rimbocchiamo le maniche e viviamo alla giornata». La breve cronaca di Urbetevere – Civitavecchia mette in evidenza un primo tempo ben giocato da entrambe le formazioni con i padroni di casa che mettevano a segno due gol di ottima fattura. Nonostante l’handicap, si è visto un Civitavecchia indomito che continuava a lottare alla ricerca del classico miracolo. Il centro di Barzellotti (registrato a cinque minuti dal riposo) era la dimostrazione che i civitavecchiesi ci credevano fino in fondo. Nel secondo tempo però i gialloblù locali spingevano il piede sull’acceleratore trovando la terza segnatura con l’undici nerazzurro ormai alle corde. Archiviato il ko capitolino, si sta lavorando in vista del prossimo incontro, anche questo di quelli proibitivi. Domenica prossima a via Montanucci infatti il Civitavecchia riceverà l’Anziolavinio, capolista del girone.

ULTIME NEWS