Pubblicato il

Allievi elite: il Savio cade nella trappola del Civitavecchia

CIVITAVECCHIA – Sono usciti dal campo tra gli applausi gli allievi d’èlite del Civitavecchia, che domenica mattina sul rettangolo di via Montanucci hanno diviso la posta (2-2) con il Savio. Alla vigilia il match sembrava proibitivo per la formazione di Mauro Stampigioni, che invece con il passare dei minuti le quotazioni di Lemme e compagni sono lievitate. Pronti e via e già al 9’ il Civitavecchia colpisce un palo con De Felice. Poi intorno alal mezz’ora è ancora il numero 11 nerazzurro, bern impeccato da Borreale, a mancare di poco il bersagli. Prima del riposo è Agozzino a provarci dalla distanza e nel frattempo Giglio, l’estremo difensore locale, veniva chiamato in causa solo un paio di volte. Scoppiettanti i primi minuti della ripresa: al 2’ il Savio passa in vantaggio con la complicità di un grosso svarione difensivo. Al 10’ invece i nerazzurri pareggiano con Brutti, che risolver una mischia in area sugli sviluppi di un corner. I ragazzi di Stampigioni vogliono i tre punti, senza timori revereziali verso la capolista, e spingono sull’acceleratore. Agozzino al 15’ fa sognare il club nerazzurro: la sua rasoiata dal limite dell’area finisce inesorabilmente alle spalle del portiere romano. L’illusione di portare a casa una vittoria di prestigio (e storica) non dura molto. Al 30 infatti il Savio raggiunge il pareggio con il classico ‘‘tiro della domenica’’. «Sono orgoglioso della prestazione dei ragazzi – dice Stampigioni – siamo anmdati oltre le aspettative, meritavamo forse qualcosa in più, ma giocavamo con la prima della classe e pur essendo una matricola abbiamo fatto bella figura». In campo: Giglio (Giacoppo), Gallinari (Nunzi), Lemme, Borreale (Gasparri), Massai, Pierini, Marconi (Palmieri), Barzellotti (Varchetta), Brutti (Tinti), Agozzino (Saladini), De Felice.

ULTIME NEWS