Pubblicato il

Archeologia ed Etruschi ieri in primo piano in città

Tarquinia. Cittadinanza onoraria alla professoressa Bonghi Jovino

Tarquinia. Cittadinanza onoraria alla professoressa Bonghi Jovino

TARQUINIA – Giornata dedicadata agli Etruschi e all’archeologia, quella di ieri a Tarquinia, dove si sono svolti i festeggiamenti nell’ambito del conferimento della cittadinanza onoraria alla professoressa Maria Bonghi Iovino. Docente ordinaria della cattedra di Etruscologia presso l’Università Statale di Milano, la Jovino ha diretto per decenni i lavori di scavo e di studio dell’antica città di Tarquinia, portando a compimento nel territorio significative scoperte archeologiche e dedicando ad esse convegni, conferenze, pubblicazioni e importanti progetti di ricerca, che hanno contribuito a far conoscere la civiltà etrusca a livello nazionale e internazionale. Motivi che hanno indotto il Comune di Tarquinia ad assegnare alla studiosa il prestigioso riconoscimento, dedicandole una giornata, che si è aperta con il consiglio comunale aperto, ed è proseguita nel pomeriggio con le presentazioni delle pubblicazioni ‘‘Tarquinia Etrusca. Tarconte e il primato della città’’, della Jovino, e ‘‘Tarquinia. Un ponte tra archeologia e informatica per un accesso condiviso’’, a cura della professoressa Giovanna Bagnasco Gianni. Aperta anche una tavola rotonda ‘‘Un incontro per Tarquinia e il suo territorio. Conoscere, tutelare, promuovere’’, coordinata dalla sovrintendente SAEM (Sovrintendenza Archeologica per l’Etruria Meridionale) Anna Maria Moretti Sgubini, alla quale hanno partecipato il presidente dell’Università Agraria Alessandro Antonelli, le professoresse Giovanna Bagnasco Gianni e Maria Bonghi Jovino, la direttrice del Museo Nazionale Etrusco, Maria Cataldi, l’assessore alla cultura del Comune di Tarquinia Angelo Centini, il dottor Stefano De Caro e il professor Goffredo Haus e l’assessore alla cultura della Regione Lazio Giulia Rodano. «Crediamo che la cittadinanza onoraria alla professoressa Maria Bonghi Jovino – ha detto il consigliere comunale Daniele Scalet, che ha presentato la proposta di assegnare il riconoscimento – sia un atto dovuto per le importanti ricerche archeologiche condotte nel nostro territorio e per il rilevante ruolo svolto nella diffusione della conoscenza al grande pubblico della civiltà Etrusca. Inoltre, questa giornata è anche l’occasione per riflettere sulle scelte future riguardanti la tutela e la valorizzazione di un patrimonio unico al mondo, che può e deve essere un volano per la crescita culturale ed economica di Tarquinia».

ULTIME NEWS