Pubblicato il

Arriva lo sfratto per le associazioni di via Giusti <br />

CIVITAVECCHIA – Dopo l’Arci, ancora senza una sede alternativa a quella del parco Yuri Spigarelli di San Gordiano, altre associazioni cittadine sono ora in difficoltà per l’assenza di locali dove poter svolgere le proprie attività. Questa volta è toccato all’Unicef, Banca del Tempo, Telefono Rosa, La Marcia degli Angeli, Amnesty International e Avo, ospitate finora presso la ex scuola di via Giusti 22. A dare comunicazione il sindaco Moscherini : sono infatti necessari dei lavori di ristrutturazione. Lavori che inizieranno giovedì prossimo. Immediata la protesta delle associazioni, che vedono ora incert il proprio futuro. Secca la replica del Primo Cittadino.
«Non c’è nessuna volontà persecutoria – ha spiegato – i locali di via Giusti saranno semplicemente sottoposti a ristrutturazione. Quando ci siamo insediati abbiamo trovato una spesa annua di 800 mila euro per fitti passivi, pur avendo il Comune un grosso patrimonio immobiliare, inutilizzato anche a causa del pessimo stato degli stabili. Dopo la ricognizione dei primi mesi abbiamo abbassato la soglia dei fitti passivi a 600 mila euro annui, ma per l’anno prossimo vogliamo portare tale cifra a zero».
Nel quadro di tale opera di razionalizzazione è stata inserita anche la riqualificazione dei locali di via Giusti. ASSOCIAZIONE
«Ho comunicato alle associazioni ospiti che i locali saranno interessati per tre mesi dai lavori – ha aggiunto Moscherini – in modo da trasformarli da tuguri, quali sono, in uffici degni di questo nome. Come ho già detto ai loro rappresentanti, le associazioni possono stare tranquille. Ad alcune di loro è già stata trovata una diversa sistemazione, le altre avranno a disposizione i nostri magazzini, con le chiavi, per collocare il materiale e le sale del Comune per organizzare incontri e riunioni. E alla fine dei lavori ci sarà spazio per tutti».

ULTIME NEWS