Pubblicato il

Balloni: «Meglio il cdr del carbone a Tvn»

Il leader del Polo Civico-Italia dei Valori ha ribadito la posizione del partito in merito allo smaltimento dei rifiuti. Contraddizioni rispetto alle posizioni del sindaco Moscherini sia sul gassificatore a Torre Sud che sull’esigenza di una Sot dell’idrico: «Riteniamo che l’ingresso in Ato2 possa risolvere l’emergenza idrica di Civitavecchia: Acea investirebbe 23 milioni di euro»

Il leader del Polo Civico-Italia dei Valori ha ribadito la posizione del partito in merito allo smaltimento dei rifiuti. Contraddizioni rispetto alle posizioni del sindaco Moscherini sia sul gassificatore a Torre Sud che sull’esigenza di una Sot dell’idrico: «Riteniamo che l’ingresso in Ato2 possa risolvere l’emergenza idrica di Civitavecchia: Acea investirebbe 23 milioni di euro»

di ANTONIO FONTANELLA

ALVAROCIVITAVECCHIA – Il Polo Civico-Italia dei Valori è tornato sulla scena politica, facendo il punto sui progetti condivisi con l’amministrazione comunale. Non pochi gli elementi di contraddizione rispetto alle tesi del Sindaco messi in evidenza da Alvaro Balloni, a cominciare dall’area metropolitana: «Sposare la causa di Alemanno è pericoloso – ha dichiarato il consigliere provinciale – perché eliminerebbe ogni margine di trattativa per soluzioni diverse. Moscherini ha sbagliato – ha aggiunto Balloni – se non cresce tutto il territorio, difficilmente il successo di Roma sarà un successo pieno». Ha poi illustrato, alla presenza dell’assessore alle Manutenzioni Mauro Campidonico e al direttivo del partito, la posizione collettiva in merito alla questione dei rifiuti, riproponendo le posizioni dello scorso anno, secondo le quali sarebbe meglio che la centrale di Torre Valdaliga Nord bruciasse Cdr al posto del carbone. «Occorre partire subito con una forte raccolta differenziata – ha specificato il leader del Polo Civico – che però da sola non basterebbe. Siamo in una fase in cui – ha proseguito – ogni cosa deve essere valutata attentamente». Un ‘‘nì’’ quello dell’Italia dei Valori riguardo alla proposta di trasformare in gassificatore un gruppo di Torre Sud: «Solo se la città condivide». Nessun ripensamento invece circa l’ingresso in Ato2: «Acea investirebbe 23 milioni – ha riferito Alvaro Balloni – e avremmo sicuramente dei vantaggi se riuscissimo anche a contenere l’aumento del costo dell’acqua». Ha definito inutile a questo punto la Sot dell’idrico, prima di passare alle dimissioni di questi giorni che hanno riguardato alcuni delegati ed articolo 90. «Occorre tornare all’uso della ragione – ha chiarito Balloni – c’è chi strumentalmente attacca la maggioranza e dice nel contempo di voler salvare il Sindaco, pura sapendo che delegati e articolo 90 – ha concluso – rispondono proprio al primo cittadino».

ULTIME NEWS