Pubblicato il

Bmw, chiesto il rinvio a giudizio

CIVITAVECCHIA – Si saprà soltanto il 26 febbraio prossimo se, ed a carico di chi, si svolgerà il processo per omicidio colposo per il crollo del capannone della Bmw di Natili a Viterbo in cui perse la vita il giovane civitavecchiese Fabrizio Feuli. Nell’udienza preliminare di oggi è stata la volta delle requisitorie della pubblica accusa e degli avvocati di parte civile, i legali Daniele Barbieri, Simona Iodice e Gaetano Martellucci, che difendono le ragioni di Francesco Loriga, rimasto ferito nell’accaduto, del ragazzo deceduto e di suo padre. Molto incisiva la discussione del pm il quale, ripercorrendo tutta la fase delle indagini, ha esposto le ragioni a seguito delle quali, alla fine, ha chiesto al Gup Silvia Mattei, il rinvio a giudizio per tutti gli indagati. Da parte loro i legali di parte civile si sono associati alla richiesta del pm, esponendo le loro argomentazioni in merito.
Il processo è stato quindi aggiornato al 26 febbraio prossimo, quando saranno ascoltati tutti i legali degli imputati e sarà emessa la sentenza.

ULTIME NEWS