Pubblicato il

Camper abusivi, giro di vite della polizia locale

Cerveteri. Nel weekend oltre quaranta mezzi hanno invaso l’arenile di Campo di mare I residenti sul piede di guerra: «Ormai il mare non si vede più, c’è solo una muraglia bianca occupata da gente che lascia immondizia nel piazzale» Malcontento anche tra i gestori degli stabilimenti balneari. L’assessore Pascucci: «Continueremo a monitorare la situazione e intensificheremo i controlli»

Cerveteri. Nel weekend oltre quaranta mezzi hanno invaso l’arenile di Campo di mare I residenti sul piede di guerra: «Ormai il mare non si vede più, c’è solo una muraglia bianca occupata da gente che lascia immondizia nel piazzale» Malcontento anche tra i gestori degli stabilimenti balneari. L’assessore Pascucci: «Continueremo a monitorare la situazione e intensificheremo i controlli»

di STEFANIA VIGNAROLI

CERVETERI – Con l’arrivo delle belle giornate estive aumentano i disagi per i residenti di Campo di Mare, frazione balneare della cittadina etrusca. Nel fine settimana scorso, più di quaranta camper hanno invaso l’arenile, trasformando la spiaggia in un campeggio selvaggio, con basi metalliche e scalette piantate a terra, indice di soste prolungate.
L’aumento esponenziale dei neo villeggianti attrezzati con tavolo, sedie, ombrelloni sdraio, biciclette, tende, continua ad alimentare il malcontento della popolazione che più volte ha manifestato ed esposto il problema alle autorità competenti. «Per decine e decine di metri l’area in questione è totalmente occupata da questi mezzi,- commentano i residenti – ormai il mare non si vede più, ma solo una muraglia bianca formata da camper, che lasciano l’immondizia nel piazzale prima di ripartire, il lungomare sta diventando una discarica a cielo aperto». A lamentarsi sono anche i gestori dei numerosi stabilimenti balneari, i pesanti mezzi in questione, deturpano il panorama, l’entrata degli stabilimenti è quasi completamente coperta dai grandi veicoli, e privano il parcheggio di potenziali posti auto. Durante il fine settimana scorso, in seguito alle numerose segnalazione dei cittadini, la polizia locale, nonostante la carenza di organico, ha intensificato i controlli, sanzionando i campeggiatori abusivi. I camper, per il codice della strada, sono considerati veicoli come tutti gli altri, possono parcheggiare ma non possono sostare in aree non attrezzate e autorizzate a fini di rimessaggio, come la zona in questione priva di scarichi e allacci. Campeggiare esula dalla semplice circolazione dei veicoli ed è quindi prevista per gli enti territoriali, proprietari delle strade, la facoltà di limitare tale possibilità, se non esistono zone adibite a questo tipo di soggiorno. Nella fattispecie proprietario dell’area in oggetto è la società Ostilia, il Comune, di conseguenza non può intervenire, o prendere decisioni sull’arenile di proprietà privata ad uso pubblico. «Spronate dall’amministrazione comunale, che si è recata più volte sul luogo e ha preso visione del problema – commenta l’assessore al turismo Alessio Pascucci- le forze si sono recate in spiaggia per sanare le irregolarità, segnale che l’amministrazione è presente sul territorio. Il rilancio del turismo parte dal nostro lungo mare, che non può essere abbandonato come se fosse terra di nessuno. Continueremo a monitorare la situazione intensificando i controlli».

ULTIME NEWS