Pubblicato il

Canapini: "Dall'Unione Europea opportunità per i giovani imprenditori"

FIUMICINO – Migliorare lo spirito imprenditoriale, l’internazionalizzazione e la competitività di micro, piccole e medie imprese di recente installazione nonchè di potenziali nuovi imprenditori nell’Unione Europea. E’ questo l’obiettivo del nuovo bando aperto dalla Commissione Europea. (http://ec.europa.eu/enterprise/funding/index.htm). L’invito a presentare proposte è valido fino al 20 agosto prossimo ed è indirizzato agli Enti pubblici od Organismi privati attivi nel campo della promozione dello spirito imprenditoriale o che offrano servizi di sostegno alle imprese. Il bilancio complessivo dell’Unione Europea per il cofinanziamento ammonta a euro 2.850.000. E la sovvenzione della Commissione può coprire fino al 90 per cento dei costi complessivi ammissibili. In modo prevalente l’iniziativa riguarda le persone che intendono istituire un’impresa e, in minor misura, gli imprenditori stabiliti di recente. Le richieste della Commissione sono per due tipi di attività. Il primo lotto comprende le associazioni europee che promuovono la mobilità di imprenditori emergenti i cui progetti che non dovranno superare i 18 mesi di durata potranno essere sovvenzionati fino a 140 mila euro. Il secondo lotto invece è relativo al coordinamento, appoggio e creazione di reti a livello europeo legate all’azione citata nel primo lotto per progetti dalla durata massima di 22 mesi per una sovvenzione fino a 200.000 euro. “I giovani intraprendenti del nostro territorio hanno l’opportunità di contribuire allo sviluppo economico della nostra città – ha dichiarato il sindaco di Fiumicino Mario Canapini – e possono cogliere questa importante occasione dall’Unione Europea. Oggi abbiamo lo strumento per formare chi vuole fare impresa in un contesto di globalizzazione arricchendo il nostro Comune nell’economia e nello sviluppo sociale. Invito quindi tutti i cittadini che vogliono fare un salto di qualità a presentare proposte, magari concertate tra le realtà economiche esistenti, per importare nella nostra città tutta l’esperienza di imprese europee con le quali entrare in sinergia per future collaborazioni economiche”.

ULTIME NEWS