Pubblicato il

Cerveteri, centrodestra sconfitto dalle divisioni

Gino Ciogli è il nuovo sindaco con il 52,96% delle preferenze. Guido Rossi, Pdl, si è fermato al 47,04% Il candidato del Pd premiato con ampi margini di vantaggio in particolare nelle sezioni di Valcanneto e Cerenova

Gino Ciogli è il nuovo sindaco con il 52,96% delle preferenze. Guido Rossi, Pdl, si è fermato al 47,04% Il candidato del Pd premiato con ampi margini di vantaggio in particolare nelle sezioni di Valcanneto e Cerenova

ELEZIONIdi STEFANIA VIGNAROLI

CERVETERI – La cittadina etrusca sceglie Gino Ciogli sindaco di Cerveteri con il 52,96% pari a 9039 preferenze .Schiacciante vittoria del leader di centrosinistra al ballottaggio sullo sfidante Guido Rossi esponente del centro destra fermo al 47,04% pari a 8029 voti .Si conferma così il vantaggio ottenuto dal Pd già nel primo turno, nonostante il calo di affluenza registrato. Si sono recati alle urne il 64,55% degli aventi diritto, rispetto al 82,11% del primo turno. “Sono fiero di questa vittoria di largo margine, dimostrazione che il nostro programma è stato scelto dalla maggior parte dei cittadini che ringrazio veramente di cuore. Questa fiducia accordataci ci sprona ancora di più a lavorare con impegno e determinazione. Ci impegneremo da oggi per tirare su le sorti del paese e per farlo crescere. Cerveteri ha tanti problemi da risolvere, ma è ricca di potenzialità. Il dialogo con i cittadini, e la trasparenza sono le nostre parole d’ordine”.Il leader del centro sinistra stravince nelle sezioni di Valcanneto e Cerenova, le frazioni più grandi del comune di Cerveteri. Nessun apparentamento o accordo di varia natura è stato effettuato dalla coalizione vincente , che taglia il traguardo al secondo turno elettorale fedele alla squadra che lo ha sostenuto e accompagnato rispettando la volontà dei cittadini . La coalizione vincente è composta da quattro liste, il Pd capolista Altobelli Gabriele, La sinistra Arcobaleno, capolista Saltamerenda Massimo, L’Italia dei valori capolista Busso Giancarlo, e la “Lista civica per Gino Ciogli Sindaco”, presentata da Alessio Pascucci, lista più votata nel complesso del primo turno. “ Questa è la vittoria della nuova Cerveteri, sull’onda di un grandissimo risultato dei civici – commenta Pascucci, consigliere più votato della storia ceretana – le energie dei giovani vincono sempre. Il cammino comincia da oggi, il confronto diretto con i cittadini è sempre al primo posto”. Vana l’ancora di salvataggio di Lamberto Ramazzotti verso l’esponente di centrodestra Guido Rossi. Il coordinamento delle quattro liste civiche “Ramazzotti Sindaco”, medaglia di bronzo nella tornata del 13 e 14 Aprile, con il 12,8% delle preferenze, aveva stipulato un accordo programmatico di natura politica non vincolante, con la coalizione di centro destra che usciva in svantaggio dal primo turno elettorale con il 38,9% rispetto al 43% del Pd. Il candidato Lamberto Ramazzotti invitava i suoi elettori a confluire nel Pdl “ per condivisione di linee guida e programmi dei due schieramenti”. Nella speranza, rivelatesi inutile, che le sue 2758 preferenze cambiassero la sorte della coalizione di centro destra. “Quella di Gino Ciogli è una vittoria netta. La popolazione ha fatto la sua scelta. Cercheremo il confronto con la parte vincente e appoggeremo le proposte che riteniamo valide. Auguri al nuovo sindaco e in bocca al lupo a Cerveteri sperando sia la scelta giusta.” Liberi da apparentamenti e patti programmatici gli elettori degli altri tre candidati a sindaco che non hanno raggiunto il quorum nel primo turno, Bruna di Berardino, Giovanni Ercoletti e Hadjimairi Hossein, che hanno lasciato liberi i propri elettori di esprimere il loro voto senza vincoli politici. Il nuovo organo collegiale del comune sarà formato da 12 consiglieri di maggioranza più il sindaco. Sette saranno esponenti del Pd, quattro della lista civica per Ciogli sindaco, uno per la Sinistra arcobaleno. L’opposizione si baserà su otto consiglieri di minoranza, due dei quali faranno parte delle liste civiche di Lamberto Ramazzotti, sei faranno capo a Guido Rossi, scelti dalla lista del Pdl, e dalla lista civica per Guido Rossi Sindaco. Affluenza in calo nel secondo turno. Si sono recati alle urne il 64,55% degli aventi diritto pari a 17352 elettori su i 26882 aventi diritto, scendono le percentuali rispetto al primo turno quando le sezioni ospitarono l’82,11% dei votanti pari a 22074 elettori.

ULTIME NEWS