Pubblicato il

Civitavecchia regina del Mediterraneo

I dati previsionali del 2008 parlano di 1.800.000 croceristi movimentati nel corso dell'anno. Lo scalo locale sorpassa quindi Barcellona 

I dati previsionali del 2008 parlano di 1.800.000 croceristi movimentati nel corso dell'anno. Lo scalo locale sorpassa quindi Barcellona 

CIVITAVECCHIA – Lo ha rincorso per anni e alla fine ha raggiunto l’obiettivo: nel 2008 Civitavecchia sarà il primo porto del Mediterraneo per quanto riguarda il traffico croceristico. A darne conferma è Sergio Senesi, presidente della Cemar Agency Network, che oggi ha illustrato i dati previsionali nel corso della prima giornata del Seatrade di Miami, il più importante salone internazionale per il turismo delle navi da crociera. «Saranno 68 i porti italiani toccati da 148 navi in rappresentanza di 64 compagnie ad alimentare un flusso di 8.550.000 croceristi. Si registrerà un aumento dell’11.8%, rispetto allo scorso anno, per un totale di 4.720 toccate (+8,5%) distribuite soprattutto fra i grandi porti italiani – ha spiegato Senesi – Civitavecchia (1.800.000), Venezia (1.350.000), Napoli (1.200.000), Livorno (930.000), Savona (740.000), Genova (470.000), Palermo (460.000), Bari (400.000) e Messina (310.000), che in totale assorbono l’89,5% del traffico complessivo». L’impegno, gli investimenti e lo sviluppo di questi anni, alla fine, hanno portato a lasciarsi alle spalle Barcellona che, per troppo tempo, aveva mantenuto il primato nel Mediterraneo. “Le crociere sono diventate il settore di maggior crescita nel settore del turismo: se il Mediterraneo è diventato cosi popolare per i croceristi stranieri, una buona fetta di merito è proprio dell’Italia”.

ULTIME NEWS