Pubblicato il

Compostaggio domestico: cittadini interessati, la Giunta un po' meno

CIVITAVECCHIA – È stata interessante e ha coinvolto molte persone la prima lezione del laboratorio di compostaggio domestico organizzato l’altro sera al centro sociale polivalente “E. Cima” ad Aurelia su iniziativa della IV circoscrizione insieme al comitato cittadino “Piazza Pulita”. Un incontro al quale, considerata l’importanza in vista della raccolta differenziata porta a porta che dovrebbe partire a settembre, erano stati invitati anche il sindaco Moscherini e gli assessori ad Ambiente e Decentramento Attig e Vinaccia. Nessuno di loro si è presentato: in prima fila invece i consiglieri di opposizione Manuedda, Gatti, Piendibene, Bonomi e Perello, come se il problema rifiuti avesse una connotazione politica. Al primo incontro, comunque, si è parlato dell’importanza del compostaggio domestico per limitare la produzione dei rifiuti da conferire in discarica auto eliminando la parte umida dei rifiuti e trasformandola in concime organico. Il prossimo appuntamento è per venerdì prossimo alla Coop di Boccelle, dove sarà allestita una mostra interamente realizzata con rifiuti riciclati. All’incontro ha preso parte anche il responsabile dell’osservatorio provinciale sui rifiuti Fabio Musumeci il quale ha illustrato i progetti ed i relativi finanziamenti da tempo messi in campo dalla Provincia di Roma per incrementare la pratica del compostaggio domestico e la raccolta differenziata spinta che, come da direttiva Europea, nel 2008 dovrebbe raggiungere il 40% contro l’attuale 8% raggiunto dal comune di Civitavecchia. In più la Provincia ha messo a disposizione 6000 compostiere di cui 3500 sono state già conferite, ai comuni che ne hanno fatto richiesta.

ULTIME NEWS