Pubblicato il

Corbucci: "Sposteremo solo una piccola aliquota"

CASERMACIVITAVECCHIA – «Il reparto ha problemi di spazio e la qualità della vita del personale ne risente. Per questo stiamo valutando l’opportunità di spostare solo una piccola aliquota presso la Scuola di Artiglieria di Bracciano». A parlare è il comandante della caserma Piave, colonnello Emilio Corbucci, all’indomani della visita in città di alcune autorità militari. Dopo la paventata chiusura del 7° Reggimento Nbc infatti, si è accesa la polemica, alimentata tra l’altro dalle posizioni di politici e sindacati, schierati per impedire che il reparto lasci la città. Tuttavia la decisione di trasferimento sembrerebbe già presa, seppure le recenti riunioni avrebbero portato ad optare per uno studio più approfondito della questione. Al momento non ci sarebbero novità di rilievo, rimane però la preoccupazione dei militari in servizio alla caserma Piave, soggetti a trasferimento nel caso di una modifica degli assetti, proveniente dall’alto. Intanto un militare ha detto la sua sulla vicenda: «Si tratta di professionisti, molti dei quali sposati con figli, che affittano o acquistano case, fanno la spesa, comprano nei negozi, pagano l’Irpef comunale e le bollette. Volendo fare i conti della serva – ha aggiunto – mille militari significano circa un milione e mezzo di euro al mese e generalmente uno spende per campare lì dove vive».

ULTIME NEWS