Pubblicato il

Difensore Civico &ldquo;ancora nulla di fatto&rdquo; ed i consiglieri comunali denigrano i cittadini <br /><br />

di VIVIANA SERRA

 

CIVITAVECCHIA – “Ancora un buco nell’acqua” e “tante burle” in consiglio comunale per quanto riguarda l’elezione del nuovo difensore civico. La nomina è ormai attesa dalla cittadinanza da parecchi mesi. L’opposizione, infatti, ha già indicato i nomi dei tre possibili appetibili candidati, depositando la terna dei tre avvocati alla Presidenza del Consiglio, ma la maggioranza non ha ancora trovato una convergenza. Il problema della mancata nomina di tale organo preposto alla tutela degli interessi dei cittadini contro gli abusi della Pubblica Amministrazione, nasce dal fatto, che la votazione per portare all’elezione, deve registrare la maggioranza qualificata dei 2/3 dei ventuno consiglieri. Nel corso della votazione ha raccolto il maggior numero di voti l’avvocato, Sergio Moretti, con sei preferenze. Per il resto i voti sono andati in ordine sparso. Non è mancata “una nota di colore” perché i consiglieri si sono distinti dando ampio spazio alla loro originalità creativa, burlandosi dei cittadini e dell’importanza di questa figura istituzionale.
Il voto per la nomina infatti, si svolge a scrutinio segreto. Così se la volta scorsa qualche buon tampone aveva votato anche Homer Simpson, all’ultima seduta ha ottenuto tre voti Leonadro Da Vinci, un voto il tenente Colombo e tre il Sindaco al quale è stato dato l’appellativo di “l’avvocato”. Francesco Cappellani si è impegnato a reiterare una richiesta di consiglio ogni cinque giorni, per arrivare alla tanto attesa nomina del difensore civico. L’importanza del ruolo della figura del Difensore Civico è stata messa in luce dall’intervento del consigliere del Pd, Mauro Guerrini.

ULTIME NEWS