Pubblicato il

Gatti: &quot;I piani integrati sono cosa diversa dal Prg&quot; <br />

CIVITAVECCHIA – All’indomani della riunione tenuta dalla Commissione Urbanistica, che ha approvato i piani integrati per l’edilizia pubblica e privata, emergono i primi malumori provenienti dall’opposizione. Sulle decisioni prese lo scorso mercoledì, riguardanti il cosiddetto contenzioso Moschetta e le percentuali di metri quadri che il Comune potrebbe ottenere da eventuali costruzioni in zone non ancora rese edificabili, ad opera di privati cittadini, è intervenuto il Consigliere Comunale del Partito Democratico, Alessio Gatti: «Quanto accaduto in Commissione Urbanistica – ha dichiarato – non ha nessuna logica». Gatti ha iniziato col dire che i provvedimenti sarebbero passati con solo 4 voti favorevoli (di maggioranza), arrivando poi ad ipotizzare un’aspra battaglia all’interno dell’Aula Pucci il prossimo 31 marzo «Temo che nei piani integrati sia stato nascosto l’articolo 18». Una preoccupazione che ha portato Alessio Gatti a chiedere la revisione dei bandi, affermando che i terreni agricoli, anche se adiacenti a zone residenziali andrebbero esclusi dal bando stesso. Gatti ha messo dei paletti: «Moscherini deve capire che i piani integrati sono cosa diversa dal piano regolatore», prima di passare a discutere il contenzioso Moschetta, aprendo nuovi scenari. «La Regione – ha riferito il Consigliere – non aveva dato l’ok a Moschetta per costruire sull’ex Maury’s e credo che oggi non ci sia per il Comune il vantaggio di fare questa permuta con l’imprenditore, che così otterrebbe un vantaggio doppio rispetto a ciò che è disposto a concedere».

ULTIME NEWS