Pubblicato il

Gli uffici della IV circoscrizione nel degrado

CIVITAVECCHIA – Una situazione indecente e scandalosa. Così la descrivono i residenti del quartiere. Ma questo è quello che pensano anche il presidente ed i consiglieri della IV circoscrizione.
L’occhio del quotidiano La Provincia si è soffermato infatti sul completo degrado ed abbandono in cui versano gli uffici dell’organo decentrato. O meglio la discarica a cielo aperto in cui sono collocati. All’interno del cortile di via della Vacchereccia, dove sono ospitati anche i magazzini dell’ortofrutta, la situazione è ormai diventata insostenibile per chi quotidianamente deve svolgere lì la propria attività. Distante qualche metro dagli uffici, infatti, c’è di tutto. Materassi, divani vecchi, mobili in disuso. E ancora erbacce, cassette e cassoni di legno o di plastica. Bidoni in alluminio, armadi, coperte. Addirittura veicoli abbandonati. Un’area lasciata nel totale abbandono, ma sotto gli occhi di tutti coloro che ogni giorno devono rivolgersi agli DISCARICAuffici dell’organo decentrato. «Siamo indignati – tuonano i cittadini – la circoscrizione è il nostro primo e a volte unico interlocutore con il quale ci rapportiamo per sottolineare i molti problemi del nostro territorio. La sede non può versare in un simile degrado».
E lo hanno sottolineato più volte anche il presidente della Quarta Stefano Ballotari ed i consiglieri. «Più volte – hanno spiegato – abbiamo sollecitato il Pincio ad un intervento risolutivo, ma niente. Nessuno finora si è mai interessato della questione».
Non è certo un bel biglietto da visita questo cortile in completo abbandono, e lo sottolinea anche il consigliere Paolo Ricci. «Ci affacciamo alla finestra e vediamo solo degrado – ha aggiunto – fin dal nostro insediamento abbiamo manifestato il problema al sindaco, agli assessori. Eppure non abbiamo ricevuto in nove mesi alcuna risposta. A Palazzo del Pincio si parla di massimi sistemi ma non si riescono a risolvere i problemi quotidiani. Però si parla di rimpasto di Giunta: inutile se le risposte devono rimanere tali».

ULTIME NEWS