Pubblicato il

Guerrini: «Basta con l’inquinamento»

Il consigliere del Pd invita tutti alla prudenza nella valutazione delle soluzioni per lo smaltimento dei rifiuti

Il consigliere del Pd invita tutti alla prudenza nella valutazione delle soluzioni per lo smaltimento dei rifiuti

MAUROMAUROCIVITAVECCHIA – «La questione dei rifiuti a Civitavecchia assume una rilevanza diversa. Questo è un Comune da mettere sotto tutela da parte delle istituzioni, per la particolarissima situazione in cui si trova». Il Consigliere Comunale del Pd Mauro Guerrini, ribadisce la sua posizione sulla questione rifiuti, già espressa nel suo intervento fatto martedì in Consiglio Comunale: «A mio avviso – spiega – è sbagliato l’approccio alla discussione: lo spirito è quello di un comune qualsiasi che deve smaltire i rifiuti, ma Civitavecchia è un caso straordinario, per cui il nocciolo della questione non può essere il tipo di tecnologia da utilizzare, ma il fatto che qui dobbiamo utilizzare la via prudenziale di non utilizzare nessun’altra iniziativa che possa produrre il benché minimo inquinamento. Non conosciamo quale sarà il reale impatto ambientale della centrale – ha aggiunto – benché ci sia un dossier ricchissimo. La conoscenza è il portato della dottrina e dell’esperienza. In questo caso abbiamo solo la dottrina, peraltro controversa. Ora è necessario vedere cosa accadrà negli anni, quando l’impianto sarà in funzione. Di fronte a questa situazione l’atteggiamento responsabile è quello della prudenza, che vuole che non si attivi nulla su questo territorio». Ha aggiunto altro Mauro Guerrini: «Come città stiamo contribuendo allo sviluppo del Paese, con la produzione di energia elettrica e il porto. Ora – ha fatto sapere – dalle istituzioni ci aspettiamo qualcosa per la città. E’ una faccenda talmente seria che travalica ogni logica di schieramento politico, qualunque sia il colore politico, qualunque sia il colore del governo del territorio, a tutti i livelli. Il territorio si sta sacrificando per lo sviluppo del Paese, ore il Paese deve farsi carico dei nostri problemi, se questo è lo spirito dell’economia solidale».

ULTIME NEWS