Pubblicato il

I Socialisti ripropongono l'orgoglio di scendere in campo

SOCIALISTICIVITAVECCHIA – «Sono di Civitavecchia e sono incazzata», questo lo slogan col quale la candidata al Consiglio Provinciale per i Socialisti, Maria Cristina Riccetti si è proposta agli elettori e che ha impresso sui volantini che testimoniano la sua scesa in campo. Parole ottimistiche quelle proferite nella conferenza stampa di apertura della campagna elettorale per i Socialisti, incontro in cui il segretario del partito Mario Flamini non ha risparmiato critiche al candidato dell’Italia dei Valori, Alvaro Balloni: «Ci temono – ha affermato – per questo qualcuno invita a non votarci». Poi uno scatto d’orgoglio: «Oggi tutti rinnegano le loro origini, noi siamo e rimarremo Socialisti e se abbiamo commesso errori in passato li abbiamo pagati, ci siamo rialzati e ora guardiamo avanti». Incisivo il lavoro dei giovani della costituente, che alla presenza della Riccetti, del candidato alla Camera Vincenzo Gaglione e dell’euro parlamentare Alessandro Battilocchio, hanno ribadito quelli che sono i punti fermi della loro politica, che mira in particolare alla valorizzazione delle donne, al miglioramento delle condizioni dei lavoratori precari e degli studenti.

ULTIME NEWS