Pubblicato il

Il ‘‘vucumprà’’ le ha palpeggiato il seno

Tarquinia. Indaga la procura di Civitavecchia sul caso di molestie sessuali nei confronti di una undicenneAvrebbe tentato anche di allargarle le gambe. La bambina stava giocando nel tratto di spiaggia libera tra il Tamurè e il Mirage

Tarquinia. Indaga la procura di Civitavecchia sul caso di molestie sessuali nei confronti di una undicenneAvrebbe tentato anche di allargarle le gambe. La bambina stava giocando nel tratto di spiaggia libera tra il Tamurè e il Mirage

POLIZIATARQUINIA – Sarebbe un venditore ambulante del Bangladesh, l’uomo accusato di molestie sessuali nei confronti di una bimba di 11 anni avvicinata domenica scorsa mentre si trovava al mare con la propria famiglia, nel tratto di spiaggia libera tra il Mirage e il Tamurè. L‘uomo, con la scusa di vendere le varie chincaglierie, come bracciali, collane, e cavigliere, avrebbe insistentemente toccato la bambina in più parti del corpo. La piccola undicenne, rimasta inerme davanti a simili comportamenti, sarebbe però esplosa all’improvviso, rimanendo sotto choc per l’accaduto ed avendo reazioni gravi al suo ritorno a casa. L’uomo, stando a quanto si è potuto apprendere, avrebbe più volte palpeggiato il seno della bambina e avrebbe anche tentato di allargarle le gambe con fare deciso. La mamma, accortasi a distanza dell’ambigua gestualità dello straniero nei confronti della figlia, avrebbe tentato di corrergli incontro per bloccarlo con l’aiuto anche di altre persone, ma l’uomo si sarebbe divincolato, dileguandosi in un attimo, fuggendo tra gli occhi attoniti dei bagnanti, alcuni dei quali testimoni. Nel parapiglia generale, inevitabilmente creatosi, lo straniero sarebbe dunque riuscito a nascondersi. Sta adesso alla Procura della Repubblica di Civitavecchia indagare sul caso in collaborazione con gli agenti della polizia del Commissariato di Tarquinia presso il quale è stata inoltrata la denuncia. Con ogni probabilità dovranno essere sentiti tutti i possibili testimoni oculari che siano in grado di poter fornire i giusti particolari per fare chiarezza sulla vicenda. Forse potrebbe essere sentita anche la bambina. Da accertare anche se il venditore abbia messo in atto azioni simili nei confronti di altre bambine avvicinate al mare durante la vendita.
Ale.Ro.

ULTIME NEWS