Pubblicato il

Il maestro nega ogni addebito

Intanto i legali hanno chiesto gli arresti domiciliari per il ragazzo

Intanto i legali hanno chiesto gli arresti domiciliari per il ragazzo

CIVITAVECCHIA – Ha fornito la propria versione dei fatti negando ogni addebito il giovane maestro elementare arrestato dai carabinieri giovedì scorso con l’accusa di violenza su minore. Il ragazzo, nell’interrogatorio di garanzia reso questa mattina presso il carcere di Borgata Aurelia, ha deciso di parlare, su consiglio dei suoi legali Simone Feoli e Pietro Messina, collaborando con il magistrato Nicola Di Grazia che ha raccolto le sue dichiarazioni in merito agli addebiti contestati. Gli avvocati difensori hanno già presentato al Gip istanza per la gradazione della misura in quella meno affittiva degli arresti domiciliari, motivata sia dalla giovane età del ragazzo, sia dall’impatto negativo che il carcere può avere sulla personalità dello stesso. La decisione del Gip, che si è riservato momentaneamente al fine di aver un quadro più chiaro della situazione attraverso l’esame degli atti a disposizione, dovrebbe intervenire nella tarda giornata di domani.
B.L.R.

ULTIME NEWS