Pubblicato il

Il trasferimento degli alunni parte con il piede sbagliato

Il trasferimento degli alunni della ''Laurenti'' ad altri plessi non piace ai genitori: disagi per gli orari e autobus inadatti. Bambina "dispersa" per alcune ore: era stata lasciata in una scuola diversa da quella assegnata

Il trasferimento degli alunni della ''Laurenti'' ad altri plessi non piace ai genitori: disagi per gli orari e autobus inadatti. Bambina "dispersa" per alcune ore: era stata lasciata in una scuola diversa da quella assegnata

CIVITAVECCHIA – Iniziano le scuole a Civitavecchia. Abbandonati i caldi lidi e i posti di villeggiatura, gli studenti sono tornati tra i banchi scolastici, registrando i primi disagi. I problemi maggiori per gli alunni della scuola Laurenti di va XVI Settembre: quest’anno le famiglie di 412 alunni si sono trovate di fronte a veri e propri stravolgimenti, caratterizzati dal trasferimento dei bambini in altri plessi per via dei lavori di ristrutturazione dell’edificio. Molte le madri che hanno trovato difficoltà per il trasporto dei più piccoli. A causa dei lavori di manutenzione, la Laurenti rimarrà chiusa e sono stati messi a disposizione dei mezzi di trasporto alternativi per portare gli studenti in altri tre centri scolastici. Mai disagi non sono mancati, almeno per quanto riguarda il primo giorno di scuola. Molte le madri che si sono lamentate alla fermata del bus. di corso Vittorio Emanuele: «C’è poca organizzazione – racconta una signora – io, come la maggior parte delle madri presenti, abbiamo più di un figlio e organizzarci per accompagnarli alle diverse fermate sia all’andata che al ritorno è un vero dramma». Le lamentele non si sono fermate solo ai tempi e ai modi di percorrenza, ma sono andate oltre. In molti ritengono i pullman gran turismo ‘‘non adatti a dei bambini così piccoli’’; i pullman sono troppo grandi e i genitori, preoccupati, rivogliono gli scuolabus. Etm, la municipalizzata che ha l’esclusiva, è stata infatti tagliata fuori dall’affidamento del servizio, per fare posto a Royal Bus, che ha proposto il trasporto a costo triplicato. Sulla vicenda è intervenuto il segretario della Uil-Trasporti, Gennaro Gallo: «E’ un fatto grave sotto un aspetto sindacale – ha affermato – mentre si tratta per la costituzione della holding, con il Comune che ribadisce una carenza economico-finanziaria, viene affidato un servizio importante ad un privato, togliendo risorse importanti all’Etm. A questo punto il Sindaco deve spiegarci bene la manovra, perché i problemi tra noi e l’Amministrazione comunale aumentano».

 

<a href=http://www.civonline.it/notizia.php?IDCategoria=1&amp

ULTIME NEWS