Pubblicato il

Infrastrutture, siglato un accordo con "Sviluppo del Mediterraneo"

CIVITAVECCHIA – La realizzazione dell’aeroporto cargo e turistico a Tarquinia e del district park tra Civitavecchia, Allumiere e Tarquinia. L’ampliamento della zona industriale del porto e dell’interporto di Civitavecchia. La messa in opera di collegamenti infrastrutturali, prime fra tutti la ferrovia Capranica-Orte e la superstrada per Viterbo, in grado di collegare il porto ai sistemi industriali del Centro Italia. Su queste fondamentali infrastrutture a servizio della piattaforma logistica civitavecchiese si baserà lo studio di fattibilità inserito all’interno del protocollo di intesa firmato questa mattina a Roma dal sindaco Gianni Moscherini, dal presidente di Sviluppo del Mediterraneo Spa Giancarlo Elia Valori e dal presidente de La Centrale Finanziaria Generale Spa Alberto Gotti. L’obiettivo è quello di favorire un processo di sviluppo dell’area a nord della Capitale. «Il protocollo – ha spiegato il Primo Cittadino – giunge a coronamento di una lunga serie di incontri, non ultimo quello avuto con i sindaci del Centro Italia che hanno dato piena adesione a questo progetto, tanto da assicurare il loro sostegno tecnico-operativo». Secondo Moscherini infatti si tratta di un momento di partenza per un intervento mirato a fornire al sistema imprenditoriale una seria opportunità di sviluppo attraverso un sistema di produzione, commercializzazione e trasporto delle merci. «E’ qui – ha aggiunto – che stiamo costruendo il futuro della nostra città». Piena soddisfazione anche da parte di Elia Valori il quale ha aggiunto che «l’accordo nasce dall’interesse verso lo sviluppo del Mediterraneo che può avere nell’area romana e particolarmente in quella di Civitavecchia il suo fulcro, grazie alle Autostrade del Mare. E’ necessario – ha aggiunto – fare sistema per non perdere queste opportunità». Il protocollo che testimonia unità d’intenti e di adesione ai progetti da parte dei firmatari, prevede la costituzione di un’associazione temporanea di impresa che coinvolga banche e aziende private per realizzare gli obiettivi del piano, nonché l’individuazione di forme di partenariato pubblico-privato.

ULTIME NEWS