Pubblicato il

La maggioranza esce dal conclave con un documento unitario

CIVITAVECCHIA – Alla fine, il conclave di Nepi, dopo gli immancabili mal di pancia, ha prodotto un documento unitario, firmato da tutta la maggioranza che sostiene il sindaco Moscherini. Questo il testo integrale del documento.

 

La maggioranza, nella riunione del 14 e 15 ottobre 2008, ha confermato la validità delle ragioni che hanno convinto i singoli gruppi ad intraprendere questo percorso politico per portare Civitavecchia in Europa. Il lavoro svolto nel primo anno e mezzo di amministrazione ha raccolto l’apprezzamento di tutta la maggioranza, anche perché la possibilità di poter proseguire l’azione amministrativa verso la fase del risanamento e degli investimenti non sarebbe stata possibile senza il tenace lavoro svolto in questo periodo di analisi, ricognizione delle risorse materiali ed umane, nonché di reperimento dei fondi necessari per la programmazione degli investimenti per lo sviluppo.
L’occupazione, la sua salvaguardia e la possibilità di nuove opportunità di lavoro è stata, è e sarà l’obiettivo privilegiato dell’azione amministrativa di questa maggioranza.
La capacità di fornire risposte esaurienti e tempestive ai problemi concreti dei cittadini è sempre al centro del quotidiano agire: in quest’ottica si è ribadito che il bilancio comunale è lo strumento tecnico per fornire queste risposte, adattandolo ed attagliandolo elasticamente alle esigenze della città. Da ciò discende che, mentre la prima tranche del finanziamento ottenuto dall’Enel Spa è stata necessariamente utilizzata – e bene – per coprire le emergenze, la seconda, relativa al prossimo anno, sarà utilizzata per realizzare quelle opere pubbliche necessarie per lo sviluppo di Civitavecchia economico, turistico e di servizi al cittadino.
Sempre con questo angolo visuale, si è esaminato il piano triennale delle opere pubbliche, contenente le opere strategiche per questa amministrazione, il quale, lungi dal rappresentare il consueto “libro dei sogni”, all’esito delle integrazioni da concordare a breve tra i partiti detterà, con le opportune priorità individuate, la scaletta degli interventi che trasformeranno in positivo il volto di Civitavecchia.
Nella riunione di maggioranza tutte le forze politiche, nessuna esclusa, hanno ribadito, ove ve ne fosse bisogno, la piena e totale adesione all’Amministrazione Moscherini, respingendo qualsiasi strumentale interpretazione esterna su presunte crisi o scricchiolii nell’armonia e nella compattezza interna, al contrario fermamente ribadita; mentre una serena e franca dialettica interna non solo è giustamente praticata, ma costituisce un arricchimento del dibattito che non dovrà mai mancare.
Si è poi discusso approfonditamente e trovato la convergenza sulle seguenti tematiche :
1) Risanamento : il perseguimento dell’ottimizzazione dei servizi ai cittadini passa necessariamente dal risanamento delle partecipate; le quali, prima di essere trasferite alle S.O.T. necessitano di una politica di ristrutturazione organizzativa e gestionale che l’Amministrazione perseguirà anche attraverso l’apertura di un tavolo di confronto con le OO.SS. oltre che con le commissioni consiliari e lo stesso Consiglio Comunale. Ogni altra voce gestionale dell’Ente Comune sarà vagliata al fine di raggiungere il massimo del risparmio e della ottimizzazione della spesa ;
2) Politica di bilancio : in questo quadro la maggioranza condivide la scelta politica di non utilizzare le risorse derivanti dall’accordo Enel (e da altri eventuali accordi con TVS ed Autorità Portuale) per la copertura della spesa corrente, indirizzandole invece verso l’investimento in strutture di servizi ai cittadini, ai giovani ed agli anziani;
3) Investimenti: il Piano Triennale delle Opere, nel primo anno 2009, prevede una serie di investimenti prioritari indirizzati al completamento di opere già in corso : Trincea ferroviaria, Waterfront, etc…; verso nuove opere di riqualificazione: nuovo Pirgo, nuova Sala multifunzionale (discoteca) alla Marina, Multisala sulla Via Mediana, Antico Mercato, emergenza abitativa, ristrutturazione strade, marciapiedi e rotatorie, in particolare con riferimento all’accesso Nord ed a Viale Baccelli, nonché altre reti stradali periferiche che saranno individuate dai tecnici dell’A.C.sentiteb le circoscrizioni
4) Occupazione: la chiusura del cantiere Enel porrà sempre di più il problema della ricollocazione dei lavoratori in altri settori produttivi. A questo scopo la maggioranza ritiene che occorra promuovere la realizzazione di un distretto della cantieristica e della nautica le cui strutture di produzione sono individuate: a) nella realizzazione di un’area a mare destinata ad accogliere i cantieri delocalizzati di Buca di Nerone, i diportisti civitavecchiesi (in numero di 600/700 unità), nonché nuovi capannoni da offrire sul mercato della nautica e che possano produrre almeno ulteriori 1500 posti di lavoro; b) la realizzazione di una struttura capace di accogliere 2 o 3 bacini di carenaggio per la riparazione delle navi fino a 350 mt di lunghezza, con possibilità di nuova occupazione di circa 2.500 unità; c) l’adeguamento della zona industriale in termini quantitativi e qualitativi al fine di collegare lo sviluppo ulteriore del Porto con lo sviluppo del retro-porto (district park).
La maggioranza, su queste priorità e su numerose altre attività di elaborazione politica sarà impegnata a partire dai prossimi giorni in riunioni specifiche dei capigruppo in raccordo con i rispettivi partiti, i quali nei tempi più rapidi possibile dovranno fornire insieme al Sindaco indicazioni definitive e dettagliate. A conclusione di questo lavoro la maggioranza promuoverà una Conferenza cittadina programmatica, da tenersi entro la prima decade di dicembre
Infine la maggioranza sostiene con forza il progetto “Frasca” nelle sue varie articolazioni (approdo diportistico, zona di balneazione, ristrutturazione del campeggio e ristrutturazione della pineta ) che nei giorni scorsi è stata sostenuta dal Sindaco.

ULTIME NEWS